Covid-Lazio, la Procura sequestra altri mille tamponi

calciomercato pedro lazio
calciomercato pedro lazio (Getty Images)

La Procura federale ha fatto sequestrate altri mille tamponi in cui si sono sottoposti i calciatori della Lazio.

Lazio Covid 19 Lotito
Lazio, Claudio Lotito (www.gettyimages.it)

Lazio, la Procura di Avellino sequestra altri mille tamponi

Le indagini per quanto riguarda i tamponi della Lazio continuano senza sosta. Infatti la Procura della Repubblica di Avellino ha fatto sequestrare oltre mille tamponi in cui i calciatori biancocelesti si sono sottoposti. Il sequestro è avvenuto nel laboratorio della ‘Futura Diagnostica’.

Non solo i giocatori, anche di quelli di tutto lo staff tecnico e gli altri membri della stessa società. Si tratta dei tamponi che sono stati fatti dalla metà di giugno fino all’inizio del mese di agosto, ma anche quelli di inizio settembre fino a quelli di alcuni giorni fa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lazio, Luis Alberto all’attacco contro Lotito!

Lazio, riepilogo sul caso dei ‘tamponi’

Alcuni giorni fa erano stati messi sotto sequestro anche alcuni documenti che riguardavano i 95 tamponi effettuati il giorno 6 novembre (nella stessa giornata il Campus Biomedico di Roma aveva rintracciato le positività ai tamponi di tre calciatori della Lazio: Ciro Immobile, Thomas Strakosha e Lucas Leiva che non hanno disputato alcuni match).

Non solo. In quel caso i test erano stati riprocessati anche all’ospedale di Avellino, ‘San Giuseppe Moscati’. Su questi ultimi continua a lavorare la virologa Maria Landi (che è stata appunto scelta dalla procura).

Per il momento l’unico indagato rimanere il presidente del Consiglio Di Amministrazione della Futura Diagnostica, ovvero Massimiliano Taccone. Le sue accuse? Reato di falso, frode in pubbliche forniture ed epidemia colposa.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus Lazio, il portavoce di Lotito: “Vogliono boicottarci”

Coronavirus, tamponi Lazio (www.gettyimages.it)

Lazio, non solo tamponi: Gdf sequestra documenti delle ASL

La Guardia di Finanza aveva sequestrato anche i documenti delle ASL che lavoravano sul caso dei tamponi della Lazio. Per questo motivo la procura di Avellino vuole continuare a vederci chiaro.

Nella giornata di ieri sono stati interrogati dalla Procura della Federazione Italiana Giuoco Calcio, il responsabile medico dei biancocelesti, Ivo Pulcini e l’altro dottore Fabio Rodia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Calciomercato Lazio, rinnovo Inzaghi: l’annuncio inaspettato

LEGGI ANCHE >>> Covid-Lazio, l’ospedale di Avellino riprocessa i tamponi