Calciomercato Juventus, per Pirlo sarà esonero a fine stagione

Pirlo ultime juventus
Andrea Pirlo (Getty Images)

Calciomercato Juventus, per Andrea Pirlo questa sarà l’ultima stagione con i bianconeri, poi ci sarà l’esonero. Il tecnico non ha convinto Andrea Agnelli che già sta valutando chi potrà accomodarsi sulla panchina della ‘Vecchia Signora’ il prossimo anno. A riportare questa notizia è il quotidiano ‘Corriere della Sera‘.

andrea pirlo juve
Andrea Pirlo (www.gettyimages.it)

Calciomercato Juventus, Pirlo sarà esonerato a fine stagione

Calciomercato Juventus, inevitabile l’esonero per Andrea Pirlo che avverrà una volta terminati gli impegni della squadra. Anche se dovesse arrivare la qualificazione alla prossima edizione della Champions League e la vittoria in Coppa Italia (finale contro l’Atalanta il prossimo 19 maggio al ‘Mapei Stadium‘) la dirigenza del club campione d’Italia avrebbe già deciso per l’allontanamento del mister di Flero. Ne è sicuro il giornalista Mario Sconcerti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus: Aouar o Locatelli, la scelta

Calciomercato Juventus, le parole di Sconcerti sul possibile esonero di Pirlo

Calciomercato Juventus, esonero Pirlo. Queste le parole di Sconcerti sulla situazione dei bianconeri: “Non bisogna fare il paragone con il valore di questa squadra con quella degli anni precedenti. Sono due cose completamente diverse, anche se è non si può non dire che in questo team ci sono dei giocatori importanti. Se vogliamo parlare di errori mi sembra ovvio che ce ne siano. Impossibile non sapere e capire dove intervenire. Credo che dal prossimo anno la Juventus tornerà ad essere competitiva”. Il dubbio è questo: con o senza Andrea Pirlo?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, futuro Morata: arriva la decisione, ecco cosa succederà

Pirlo
Andrea Pirlo (www.gettyimages.it)

Calciomercato Juventus, futuro Pirlo lontano da Torino

Calciomercato Juventus, impossibile che non si verifichi l’esonero per Pirlo: “Il team non sarà più allenato da lui. Sta dimostrando di essere un buon allenatore, ma deve partire dal basso come hanno fatto i suoi colleghi. Deve essere più umile: il suo lavoro non è solo tattica, ma anche confrontarsi con gli altri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus, Dybala, Arthur e McKennie: la decisione contro il Napoli

Il dialogo è fondamentale in questo settore, bisogna farsi capire dagli altri. Se non accade questo i problemi nascono e diventa irrecuperabile tornare indietro“.