Esame Suarez, spunta il dialogo del suo esame farsa: “A 15 anni cominciare a giocare”

Atletico Madrid Suarez esame perugia
Luis Suarez (www.gettyimages.it)

Il caso Suarez non finisce qui, anzi. Spuntano fuori sempre più prove della farsa dell’esame di Luis Suarez, calciatore uruguaiano ex Barcellona, che in estate ha svolto l’esame a Perugia per ottenere il passaporto italiano e diventare così un calciatore comunitario. Nel caso Suarez è coinvolta anche la Juventus che resta in attesa di sviluppi delle indagini della Procura, soprattutto in merito a Fabio Paratici. Il dirigente della Juventus è indagato a Perugia per false dichiarazioni. Avrebbe spinto l’Università di Perugia a far passare l’esame del calciatore che la scorsa sessione di calciomercato era vicinissimo alla Juventus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus-Fiorentina, la conferenza di Prandelli

Caso Suarez, nuove prove della farsa: Juve in attesa

Nelle ultime ore, infatti, sono spuntate fuori nuove prove incriminanti sul caso Suarez. Ormai è sempre più certificato che qualcuno ha fatto pressione sull’Università di Perugia per far passare l’esame al calciatore uruguaiano che ora è finito nel caos più totale. Intanto, Fabio Paratici della Juventus si difende dalle accuse del caso Suarez e dall’inchiesta che riguarda anche lui in questo momento. Nelle ultime ore è spuntato fuori anche l’audio tra Suarez e i professori che hanno tenuto il suo esame.

Luis Suarez perugia

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, annuncio per Rudiger

Esame Suarez, l’audio tra il calciatore e i due professori

Sono Lorenzo Rocca e Danilo Rini i professori accusati che avrebbero svolto l’esame di Luis Suarez. Infatti, come riportato da Repubblica.it, c’è l’audio tradotto tra le parti dell’esame farsa in italiano e svolto all’Università per Stranieri di Perugia con il tentativo di ottenere il passaporto italiano. Questa la trascrizione integrale riportata da TuttoMercatoWeb.

Uruguay Luis Suarez

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juve, assalto a Depay

Esame Suarez Perugia, il dialogo con i professori

Questo parte del dialogo dell’esame di Luis Suarez, dove è sempre più chiaro che si tratti di un’esame organizzato a tavolino per far ottenere il prima possibile al calciatore il passaporto italiano.

  • Rocca: Possiamo iniziare con l’esame, intanto ci parli un po’ di lei, si presenti.
  • Suarez: Io mi chiamo Luis, sono nato in Salto, Uruguay. Quando avevo 7 anni, poi (audio incomprensibile) da Uruguay. Sono sposato con mia moglie da 10 anni. Ho 3 figli, una bambina di 10 anni. Io avevo in Barcellona, da 6 anni! Io sono calciatore, professionista.
  • Rini: Abbiamo sentito (ride).
  • Suarez: A 15 anni cominciare a…
  • Rini: …a giocare
  • Suarez: A giocare! Calcio. Nazionale Uruguay, poi Ajax, Olanda, Liverpool.
  • Rocca: Nel tempo libero cosa ti piace fare?
  • Suarez: Mi piace tanto stare con la mia famiglia, nel tempo libero gioco alla Play Station con miei figli. Dopo piace molto (ancora audio incomprensibile) in Uruguay fare bercue con i miei amici e famiglia. Stare insieme.
  • Rocca: Qui ci sono quattro immagini, scegline due e descrivicele.
  • Suarez: Qui ci sono due persone, una mamma e un bambino. Mamma aiuta aaa…
  • Rocca: A fare i compiti.
  • Suarez: A fare i compiti! Bambino una pena sul quaderno a fare…la mamma indossa una maglietta rossa. Bambini indossano camicia celeste.
  • Rocca: Va bene, benissimo! Adesso un’altra immagine.
  • Suarez: Ci sono quattro persone. Papà, mamà e bambino e bambine a fare cibo.
  • Rocca: Benissimo!
  • Suarez: Il supermercato, la spesa.
  • Rini: La spesa, sì sì.
  • Suarez: A mangiare, il bambino porta cocummella.
  • Rini: Cocomeri (ride).
  • Suarez: Sì, Peperoni e…
  • Rocca: Frutta e verdura.
  • Suarez: Frutta e verdura! Poi carrello. Mocio…molto…felici bambini.

Esame Suarez Perugia