Coronavirus, lockdown parziale in arrivo: ecco come sarà disposto

governo dpcm conte
Giuseppe Conte, possibile slittamento del nuovo Dpcm (www.gettyimages.it)

Coronavirus, lockdown per alcune città: l’Italia corre ai ripari

Bisognerà trovare delle drastiche soluzioni per l’emergenza Coronavirus. Il Governo vuole evitare il lockdown, ma parzialmente, toccherà disporlo. Sembra andare verso questa direzione la scelta ai vertici, con delle vere e proprie chiusure solo a livello territoriale. Individuare le città e colpirle, con la chiusura immediata e coprifuoco permanente.

Si applicherà la drastica misura del mini-lockdown in Italia, legato appunto ad alcune città e province. Il contagio non è più controllabile in alcuni posti e il Governo starebbe pensando di agire già nell’immediato. Alcune zone sono considerate rosse nella nostra Penisola e, per tale motivo, toccherà prendere misure di questo tipo.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, De Luca annuncia il lockdown totale: azzurri bloccati?

Governo, mini-lockdown: ecco le città che verranno chiuse

Stando a quel che rivelano i colleghi del Corriere della Sera, le zone più colpite dal Coronavirus e prossime al mini-lockdown, sarebbero state già individuate. A rischio chiusura, infatti, sarebbero la Lombardia e il Piemonte. Ma non solo le Regioni appena citate, alcune città sono completamente a rischio. Parliamo di Milano e Varese in Lombardia, Genova in Liguria. Anche Torino e Bologna, così come i territori campani – Napoli e Caserta -, sono in zona rossa. Le strutture ospedaliere, in queste zone, cominciano ad essere in emergenza.

lockdown territoriale coronavirus
Coronavirus, Lockdown territoriale (www.gettyimages.it)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Conte scongiura un secondo lockdown totale: le sue parole

Coronavirus, mini-lockdown: ecco cosa succede in alcune zone

Troppo elevata la crescita dei contagi di Coronavirs in Italia ed è per questo che verrà disposto il lockdown territoriale. Questa è una scelta che il Governo lascerà ai governatori di ogni Regione.

Nel frattempo, il nuovo Dpcm potrebbe ben presto arrivare. Era atteso per il 9 novembre, ma tutto potrebbe, appunto, essere anticipato. E intanto, potrebbe mutare l’orario di coprifuoco. Per alcune regioni sarà anticipato alle 23, mentre in altre sarebbe a mezzanotte. Per alcune Regioni, addirittura, potrebbe essere deciso di fissare l’orario di coprifuoco alle 20 e uscire dunque solo in casi di estrema urgenza.

Una situazione spiacevole, che rischia di somigliare sempre di più ai terribili momenti che abbiamo vissuto nello scorso marzo/aprile.

Coronavirus lockdown
Conte Lockdown (www.gettyimages.it)