Coronavirus, Conte e il DPCM: novità per bar e ristoranti. Palestre chiuse!

governo dpcm palestre
Governo, il nuovo Dpcm palestre chiuse

Il Governo sta lavorando per emanare il nuovo Dpcm che dovrebbe essere annunciato dal presidente Giuseppe Conte nella giornata di domani. Novità per i ristoranti e per i bar che dovranno chiudere alle ore 18. Chiusura per le palestre e le piscine.

conte lockdown
Giuseppe Conte (Getty Images)

Conte, nuovo Dpcm: ristoranti e bar chiusi alle ore 18

Il Governo sta lavorando per il nuovo Dpcm. Novità per quanto riguarda i servizi di ristorazione (che comprendono bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie): a partire da lunedì 26 ottobre le attività di ristorazione saranno sospese la domenica ed i giorni festivi. Per quanto riguarda gli altri giorni effettueranno gli orari che vanno dalle ore 05:00 del mattino fino alle ore 18:00. Il consumo al tavolo è consentito solo ad un massimo di quattro persone (ma devono essere tutti conviventi).

Dalle ore 18:00 sono vietati i consumi di cibo e bevande nei luoghi pubblici e quelli aperti al pubblico. Non ci saranno limiti di orario negli alberghi e nelle aree di servizio. La consegna a domicilio è consentita (rispettando le norme sanitarie) fino alle ore 24:00, sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Conte prepara il nuovo Dpcm: sarà coprifuoco in Italia

Conte, nuovo Dpcm: ok per le manifestazioni fieristiche

Il Governo, nel nuovo Dpcm ha deciso che anche le fiere nazionali ed internazionali potranno essere consentite. Ovviamente rispettando sempre il distanziamento di almeno un metro.

LEGGI ANCHE >>> Conte scongiura un secondo lockdown totale: le sue parole

conte dpcm
Giuseppe Conte (Getty Images)

Nuovo Dpcm, il Governo ha deciso: stop per palestre e piscine

Come era prevedibile, nel nuovo Dpcm che il Governo emanerà nella giornata di domani ha deciso che le attività di palestre e piscine sono state sospese. Non solo: anche i centri natatori, centri benessere, centri termali (tranne i centri culturali, centri sociali e quelli ricreativi). Per quanto riguarda le attività sportiva di base e delle attività motorie nei centri e circoli sportivi, pubblici e privati sono consentite (ovviamente rispettando il distanziamento sociale e senza effettuare assembramenti di ogni genere).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Coronavirus, Conte: “Misure più restrittive delle Regioni, il Governo pronto ad intervenire”