Inter, sconfitta cara per Inzaghi: spunta il nome del sostituto

L’ennesima sconfitta stagionale, la quarta in otto partite di campionato, costa cara a Simone Inzaghi che è ad un passo dall’esonero dall’Inter. In questi ultimi minuti è già spuntato il nome del sostituto.

Inter, esonero Inzaghi: sconfitta decisiva

Quello di oggi per l’Inter, ma soprattutto per Simone Inzaghi, era un importantissimo banco di prova, miseramente fallito. I nerazzurri sono infatti usciti ancora un volta sconfitti in stagione, per la quinta volta tra Serie A e Champions League, aumentando lo scontento generale che aleggiava dalle parti di Appiano Gentile già da un paio di settimane.

La Roma non vinceva a San Siro con l’Inter dal lontano 2017, e questa sera la formazione di Simone Inzaghi è riuscita a sfatare anche questo tabù che, fino alle 18 del 1 di ottobre, era solo a suo favore. Ora la pazienza di Zhang e Marotta potrebbe essere finita, e presto potrebbe essere presa una decisione in merito al futuro del tecnico nerazzurro sulla panchina meneghina.

Ci si aspettava una risposta d’orgoglio questo pomeriggio dopo la brutta e deludente sconfitta di due domenica fa contro l’Udinese, ma l’Inter ha ancora una volta perso e Simone Inzaghi potrebbe essere esonerato, con il sostituto già pronto a subentrare. Emblematici i fischi di parte del pubblico di San Siro nei confronti dei giocatori nerazzurri.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Esonero Simone Inzaghi, Inter - stopandgoal.com (La Presse)
Esonero Simone Inzaghi, Inter – stopandgoal.com (La Presse)

LEGGI ANCHE>>> Inter, esonero Inzaghi: il mister conferma tutto

Inter, per Inzaghi sconfitta immeritata: le parole

A pochi minuti dalla fine della sfida contro la Roma, Simone Inzaghi ha così commentato la prestazione dell’Inter di questa sera, parlando anche delle voci di esonero che lo circondano da un paio di settimane.

“E’ normale ci sia delusione. Questo è il calcio. Usciamo con una sconfitta dalla miglior prestazione stagionale. Dobbiamo fare di più in questo momento. Quello che stiamo facendo non basta, anche se oggi abbiamo perso prendendo pali, traverse e con il nostro portiere non ha fatto una parata. Ritiro? Lo facciamo sempre. Per quanto riguarda da allenatore, stasera ho avuto una bellissima risposta dalla squadra, da gioco creato e per come siamo stati in campo. Cambio Asslani? Sarebbe uscito ugualmente, anche se ha fatto un’ottima partita. Abbiamo una partita ogni tre giorni, siamo xorti in mezzo al campo e dovevo pensare a martedì. Onana martedi? Poi ci pensiamo.”

Sull’esonero: “Io a rischio? Lo siamo sempre ad ogni partita. Ho avuto un’ottima risposta dalla squadra, anche se dobbiamo lavorare di più e migliorarci. Le sconfitte non portano serenità, ma col lavoro dobbiamo uscire da queste brutte situazioni nella quale ci siamo imboscati. Tranquillità? È normale che adesso non ne abbiamo, visto che questa arriva con le vittorie.”

Inter, Inzaghi perde ancora: pronto il sostituto

L’Inter perde ancora, ed il futuro di Simone Inzaghi alla guida dei nerazzurri è sempre più in bilico. Serviva un cambio di marcia ed una vittoria per rianimare un ambiente deluso dalle ultime uscite stagionali, ma la Roma espugna San Siro e condanna, quasi sicuramente, il tecnico nerazzurro.

C’è bisogno di un cambio imminente di rotta per salvare una stagione che potrebbe continuare anche peggio, ed è per questo che l’Inter avrebbe già individuato in Claudio Ranieri il perfetto sostituto di Simone Inzaghi qualora quest’ultimo venisse esonerato. Una scelta particolare, visto il parco di allenatori liberi attualmente sul mercato, ma che lascia intendere come il club nerazzurro abbia ora bisogno di un traghettatore e nient’altro.

LEGGI ANCHE>>> Serie A: Ranieri torna all’Inter, le parole

Inzaghi e Ranieri, panchina Inter - stopandgoal.com (La Presse)
Inzaghi e Ranieri, panchina Inter – stopandgoal.com (La Presse)