Imbrogli al VAR in Serie A: l’arbitro è una furia

Arbitro Maresca
Arbitro Maresca (Getty Images)

La Serie A è tornata ad affrontare l’annoso problema di arbitri, VAR e le conseguenti polemiche. Tutti chiedono dei rinnovamenti e la possibilità di far parlare i direttori di gara ma ad oggi è tutto fermo.

Serie A, imbrogli al VAR: l’arbitro è una furia

Fabio Maresca, arbitro internazionale e di Serie A, ha rilasciato un’intervista a Il Mattino dove ha parlato delle recenti polemiche nei confronti della classe arbitrale.

VAR? La centralità del ruolo dell’arbitro è il principio fondamentale. Il VAR è uno strumento chiave e non si torna indietro ma deve intervenire solo quando c’è un chiaro ed evidente errore. La lettura, l’interpretazione della gara e la capacità decisionale devono restare in mano all’arbitro sul terreno di gioco perché è lui che ci mette la faccia nel bene e nel male”.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Arbitro Maresca
Arbitro Maresca (Getty Images)

Maresca: “Sospetti inutili, ci fanno sorridere”

L’arbitro di Serie A, Fabio Maresca, ha parlato anche delle continue polemiche intorno alla figura del direttore di gara. Nelle ultime giornate ci sono stati diversi errori, o presunti tali, che hanno influenzato le gare del campionato italiano.

Da più parti, soprattutto da quella dei tifosi, sono partite accuse di imbrogli e combine per aiutare l’una o l’altra squadra. Maresca della sezione di Napoli ha voluto ribadire l’assoluta buonafede degli arbitri di Serie A.

Non vogliamo essere protagonisti, un arbitro deve diventarlo solo se chiamato a prendere una decisione difficile o impopolare. Certe polemiche sono strumentali e vanno al di là del singolo episodio. Sospettare che ci sia qualcosa dietro ci fa solo sorridere”.

LEGGI ANCHE >>> Arbitri Serie A: i giornali distruggono i direttori di gara

Fabio Maresca
Fabio Maresca (Getty Images)

Allenatori contro gli arbitri: 4 espulsi

Gli allenatori di Serie A hanno “denunciato” la poca collaborazione degli arbitri italiani. Nell’ultimo turno, infatti, sono stati espulsi Gasperini, Spalletti, Mourinho e Inzaghi, che hanno reagito in maniera abbastanza importante al cartellino rosso. In particolare Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, ha chiesto ai direttori di gara di presentarsi dinanzi alle telecamere per spiegare le proprie scelte e prendersi le responsabilità per eventuali errori.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Gasperini contro l’arbitro: le sue parole

Maresca
(Getty Images)