DAZN non va, errore 55 007 034: come risolvere il problema

DAZN Serie A
DAZN Serie A (Getty Images)

DAZN ancora una volta nell’occhio del ciclone per l’errore 55 007 034 che impedisce a milioni di tifosi di godersi Sampdoria-Napoli e Torino-Lazio.

Guasto a DAZN: i dettagli dell’errore

Continuano i problemi per DAZN: la piattaforma per guardare in streaming la Serie A, che da quest’anno è diventata l’unica a detenere i diritti per tutte le gare del massimo campionato italiano. Oltre però ai “classici” rallentamenti durante la visione delle gare, ad oggi si è manifestato il nuovo errore 55 007 034, che impedisce di visualizzare del tutto la schermata di gara. Sono passati circa 20 minuti dall’inizio della gara e sono ancora in tanti a manifestare tale problematica.

Tutte le news sul  calciomercato italiano e non solo:  CLICCA QUI!

In particolar modo, la schermata della disperazione si è manifestata agli utenti che hanno scelto di guardare le partite su pc e smartv tv.

problemi dazn

Problemi con DAZN, come risolvere

Stando alle prime indicazioni degli utenti DAZN, al momento se la procedura di log out e cancellazione di cookie non dovesse avere buon esito, l’unica soluzione è dotarsi di ipad o un ihone. Pare infatti che con il device formato large di Apple o con il famoso smartphone, la visione del match sia assicurata.

Si tratta ovviamente di una “soluzione” che ha comunque arrabbiare milioni di abbonati, che hanno dovuto sborsare anche 30€ al mese per un abbonamento che nel migliore dei casi non consente la visione limpida di uno spettacolo, e che invece in altre occasione impedisce addirittura di farlo. Infuriati, in tanti minacciano già di adire vie legali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> DAZN, una storia complicata

Diritti tv Serie A Diletta Leotta
diritti tv serie a

L’imbarazzo di DAZN ha un nome: Amazon Prime

I guai di DAZN ad oggi sono ancora più grossolani. Se infatti nei mesi precedenti veniva imputata gran parte del problema alla rete italiana, arretrata rispetto al resto d’Europa, è arrivato nelle scorse settimane l’esempio di Amazon Prime a gettare ancor più fango sull’emittente di Perform.

Nessun rallentamento è stato registrato infatti nella visione della Champions League, che da quest’anno è possibile seguire anche sulla popolare piattaforma di Jeff Bezos. A questo punto, dopo oltre 1 mese dall’inizio del campionato di Serie A, gli utenti chiedono delle risposte.