Milan, l’ex Seid Visin si suicida per razzismo: la straziante lettera, morto a soli 20 anni

Seid Visin Milan suicidio
Seid Visin Milan suicidio (Fonte foto: Corriere.it)

Una lettera straziante quella lasciata prima del suicidio da parte dell’ex Milan, Seid Visin. Il giovane ragazzo aveva soli vent’anni e una vita davanti, nella lettera lasciata e scritta prima di morire, parole toccanti sul tema delicato del razzismo, che ha vissuto sulla sua pelle.

Milan sotto shock: si è suicidato Seid Visin, aveva soli vent’anni

Terribile notizia nel mondo del calcio, l’ex Milan Seid Visin si è suicidato ed ha lasciato una lettera, in cui racconta tutto il dolore. Parole strazianti del ragazzo che, nato in Etiopia, ha vissuto gran parte della sua breve vita in Italia, adottato a Nocera Inferiore. Nel luogo campano si è tolto la vita. Ha giocato con Gigio Donnarumma nelle giovanili del Milan, poi ha lasciato il calcio dopo qualche breve esperienza, per concentrarsi sugli studi. Era passato al calcio a cinque, più per passione, unendosi al club dell’Atletico Vitalica, società ora sconvolta dall’accaduto, così come tutto il mondo del calcio e non.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Inter, il club spagnolo a Milano per chiudere: ecco 90 milioni

Milan, è morto l’ex Seid Visin: la straziante lettera, c’entra il razzismo

Parla di razzismo nella toccante lettera scritta prima del suicidio, Seid Visin. Scrive le parole che seguono: “Ovunque io vada, ovunque io sia, sentirò sulle spalle il peso di ogni sguardo scettico, prevenuto, schifato e impaurito di ogni persona. Nel suo testamento, ribadisce: “Io non sono un immigrato. Tutti mi amavano quando ero piccolo, crescendo è cambiato tutto. Avevo trovato un lavoro, ma troppe persone – soprattutto anziane – preferivano non farsi servire da me, perché colpevole di avere un lavoro a differenza dei giovani italiani, con un colore di pelle diverso dal mio”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, arriva il bomber dalla Francia: torna in Serie A

Seid Visin, suicidio shock dell’ex Milan: “Mi facevano vergognare di essere nero”

Parole scioccanti quelle lasciate come testamento prima di compiere il terribile gesto, quelle di Seid Visin, ex Milan. Ecco cosa scrive, in merito al razzismo: “Quasi mi vergognavo di essere nero, come se avessi paura di essere scambiato per un immigrato. Mi hanno portato a pensare e fare battute anche sui ragazzi di colore, come se dovessi dimostrare alle persone che sono un bianco, sono uno di loro”. 

Seid Visin suicidio Milan
Mondo del calcio in lutto, si è suicidato Seid Visin