Serie A, l’annuncio a sorpresa: “Rischiamo il default”

Marotta Agnelli
Beppe Marotta e Andrea Agnelli (Getty Images)

Serie A, il calcio italiano rischia grosso: poco fa sono arrivate le dichiarazioni importanti da parte di uno degli uomini più rappresentativi del calcio del Belpaese.

Marotta Inter
Beppe Marotta (www.gettyimages.it)

Serie A, Marotta è stato chiaro: “Così non va

Serie A, Beppe Marotta torna a parlare ancora della Superlega. C’è aria di festa in casa nerazzurra. Nella giornata di ieri, dopo il pareggio ottenuto dall’Atalanta in trasferta contro il Sassuolo, la squadra di Antonio Conte ha vinto aritmeticamente lo scudetto. L’amministratore delegato del club ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘Radio Anch’io‘ dove però non si è parlato solamente della vittoria del campionato ma anche del progetto (poi andato in fumo) della Superlega, l’unico in gradi di risollevare il calcio italiano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, scoppia lo scandalo arbitri: pubblicate le chat segrete

Serie A, le parole di Marotta

Serie A, queste le parole di Beppe Marotta sulla Superlega: “Come è nata questa iniziativa del torneo? Grazie all’apprensione dei proprietari, perché il modello che c’è tutt’ora non è assolutamente sostenibile. E’ nella mente di tutti quando i grandi mecenati tiravano una riga e coprivano il disavanzo. Il mondo del calcio sta andando verso un modello di business che è molto diverso da quello che ci aspettavamo. Basti pensare che sia l’Inter che il Milan hanno due proprietà straniere e non italiane. Così non va. Per questo motivo avevamo pensato che la Superlega fosse un modo per poter cambiare le cose”.

LEGGI ANCHE >>>Calciomercato Inter, regalo Scudetto: l’annuncio del presidente

Calciomercato Inter Marotta
Antonio Conte e Beppe Marotta (www.gettyimages.it)

Marotta sulla Superlega: “Forse nata troppo presto

Serie A, Beppe Marotta chiude così sulla questione Superlega: “Questa competizione è nata soprattutto per una preoccupazione, da parte dei proprietari dei club, visto il sistema che c’è adesso. Le modalità e i tempi sono sbagliati. Però, anche grazie a quello che è successo, dobbiamo trarre degli insegnamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Calciomercato Inter, Conte non è sicuro di restare: l’annuncio sul piano B

Quale è questo insegnamento? Che il mondo del calcio ha bisogno di un notevole cambiamento, alcune cose devono essere rimodellate. Altrimenti rischiamo seriamente il default“.