Milan, il motociclista di Ibrahimovic: “Vi racconto cosa è successo”

Milan Zlatan Ibrahimovic
Calciomercato Milan, rinnovo Zlatan Ibrahimovic

 Francesco Nocera, il motociclista che ieri ha dato per 60 km un passaggio a Ibrahimovic salvando la sua serata al Festival di Sanremo, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a Radio Monte Carlo.

Ibra a San Remo, parla il motociclista

“È successo che ieri c’era un traffico impressionante e allora io nel pomeriggio ho deciso di uscire in moto. Ero pronto per andare a casa mia a Borgio Verezzi e, fermo nel traffico, vedo questo van nero con due persone a bordo, uno di loro era Ibrahimovic. Ho pensato: ‘Ma questo è Ibra’. L’autista abbassa il finestrino e dice: ‘Ibra chiede se lo porti a Sanremo’. Ho risposto subito che non c’era nessun problema. Avevo un casco sotto la sella, ho chiamato mia moglie e le ho detto: ‘Sto accompagnando Ibra a Sanremo’ e lei non mi ha creduto. Io sono anche milanista. Ibra mi ha chiesto di guidare ma ho risposto ‘No no Ibra, guido io’.

Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic

Intervista all’uomo che ha portato Ibra a San Remo

“Quello che ha detto lui in televisione è vero, io vado in moto solo la domenica, non avevo mai preso l’autostrada in moto e la fortuna è che siamo andati ad Albenga in modo tale da arrivare prima a Sanremo e c’erano pochissime auto e tutto sommato è stata una cosa piuttosto semplice. Ibra è stato carinissimo, devo dire che è una persona squisita. Mi ha chiesto come posso ringraziarti, mi ha detto che mi manderà la maglia. Non sono neanche riuscito a fare una foto visto che una volta sceso era di corsissima, è sceso dalla moto ed è entrato all’Ariston. Mia moglie alla fine mi ha creduto, ed ho salvato il matrimonio”.

Ibrahimovic a San Remo
Ibrahimovic a San Remo

 

Ultime Milan: Ibra sul palco a San Remo

Ibra aveva parlato dell’episodio ieri a San Remo:

“C’era un incidente in autostrada, così dopo tre ore bloccati in fila ho chiesto di scendere. Ho fermato un motociclista chiedendogli se poteva portarmi a Sanremo. Per fortuna era un milanista. Si è fatto con me 60 km. Ieri ero a Milano, perché non siete venuti a fare il Festival a casa mia? Avevo spazio, anche per Achille Lauro l’avremmo messo in garage a controllare le macchine così i ladri fuggivano”.

Milan
stemma Milan