Galli contro Ronaldo: “Eviti queste uscite. La situazione già è critica…”

Massimo Galli (www.gettyimages.it)

Ha fatto molto discutere il commento su Instagram del calciatore Cristiano Ronaldo che aveva definitivo il tampone una…idiozia. Il portoghese, infatti, è ancora in isolamento fiduciario visto che è positivo al Covid-19. Uscita la sua che non è piaciuta a parecchi virologi. L’ultimo a criticarlo è stato il direttore malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli che ha redarguito, in un certo modo, il talento bianconero.

Galli (www.gettyimages.it)

Galli su Ronaldo: “Situazione che farebbe ridere se non fosse drammatica

Il dottor Massimo Galli ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘Radio Punto Nuovo’. Dopo che i suoi colleghi Burioni e Crisanti avevano criticato le parole del numero 7 bianconero sul proprio profilo ufficiale Instagram, sono arrivate anche le parole del direttore dell’ospedale Sacco di Milano.

Non è bastato l’eliminazione del commento quando ormai il danno era stato già fatto: “E’ giovane, ricco e forte. Ronaldo può anche non credere a questa storia del virus. Sarebbe divertente se non ci fossero così tanti morti”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus, Tebas annuncia: “Cristiano Ronaldo? Mi aspetto ritorni in Liga”

Galli contro Ronaldo: “Bisogna evitare di creare altro caos”

“Invito gentilmente queste persone a non creare ulteriormente caos perché la situazione è molto critica” così ha voluto concludere Galli sulle parole di Ronaldo. E per quanto riguarda la situazione in Italia: “A Napoli e a Milano stiamo messi male. Non mi fa piacere dire queste cose. Ho apprezzato le parole di De Luca che ha chiesto un lockdown nella sua Regione, credo che attueranno questo in un bel po’ di parti. Scuole? E’ una delle situazioni più critiche in questo momento“.

LEGGI ANCHE >>> Cristiano Ronaldo vs Messi, scontro social tra Juventus e Barcellona

Massimo Gali (www.gettyimages.it)

Galli sulla Serie A: “Possibili ‘Bolle’ per Napoli, Inter e Milan

Galli si è poi soffermato sul proseguimento del campionato di calcio di Serie A: “Creare bolle appositamente per le squadre dove il contagio è molto alto? Credo sia la migliore soluzione. Anche perché si tratterebbe di qualche settimana, massimo un mese. Di certo non fino alla fine della stagione“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ultime Juventus, ecco quando torna Cristiano Ronaldo