Juventus, incertezza Ronaldo: ecco cosa sta succedendo

Ronaldo ancora positivo
Ronaldo ancora positivo al coronavirus

  La Juventus aspetta e…spera. I bianconeri sono in attesa di un segnale da parte di Ronaldo che continua a non negativizzarsi dal Covid-19.

Notizie Juventus, incertezza Ronaldo: si teme un lungo stop come Dybala

Senza un tampone negativo, Cristiano Ronaldo non potrà prendere parte alla sfida contro il Barcellona di Leo Messi.

La partita, in programma a Torino, potrebbe essere cruciale per il primo posto nel girone di Champions League.

Come riportato da TS, ad oggi Ronaldo è ancora positivo al coronavirus, dopo il test effettuato mercoledì. E’ asintomatico, sta bene, tuttavia il Covid non è ancora scomparso.

Per Pirlo la speranza di vederlo in campo non è ancora andata persa anche se si resta appunto aggrappati al tampone. Sì, perché per poter affrontare Messi c’è tempo ancora.

Secondo le ultime indiscrezioni in arrivo da Torino, nonostante il protocollo della UEFA, gli sviluppi della ultime settimane avrebbero convinto il massimo organo europeo a cambiare visione.

Ad oggi, infatti, sarebbe sufficiente per scendere in campo avere l’esito atteso entro ventiquattro ore dal fischio d’inizio del match per poter essere a disposizione e scendere in campo.

Ronaldo ancora positivo
Ronaldo ancora positivo al coronavirus

Juventus, Ronaldo quanto torna?

La Juventus, per questo, avrebbe ancora margine. Il portoghese potrebbe tornare a giocare anche prima, già domenica sera con il Verona.

Oggi, infatti, si concludono i dieci giorni della quarantena cominciata a Torino il giorno successivo alla scoperta della positività nel ritiro della Nazionale portoghese.

Se nelle prossime ore, Ronaldo avrà un tampone negativo, allora Pirlo potrà contare su di lui anche contro l’Hellas Verona

ronaldo mbappé
ronaldo mbappé (www.gettyimages.it)

 
 Juventus, il caso Dybala fa tremare i bianconeri

Il problema per la Juventus è il caso di Paulo Dybala, o quello di Boga, che spaventa Pirlo ma anche lo stesso Cristiano Ronaldo.

L’argentino, infatti, aveva dovuto attendere ben 46 giorni (tra fine marzo e l’inizio di maggio) per uscire dall’incubo, proprio per il persistere di tracce di virus nonostante la scomparsa dei sintomi.

Ronaldo, in ogni caso, rispetto alla Joya è sempre stato asintomatico e per questo la Juve spera di averlo prima e si è già mossa in vista del possibile rientro con il Barcellona e in attesa del tampone negativo.   

ronaldo
ronaldo