Serie A, post partita delicato: esonero ad un passo

Dopo l’ennesima sconfitta stagionale il post partita di quest’oggi per il tecnico è stato delicato. Il club di Serie A potrebbe infatti presto decidere di esonerarlo.

Serie A, esonero ad un passo: tensione negli spogliatoi

Dopo un inizio di stagione convincente da un punto di vista di risultati e prestazioni la formazione sta vivendo un periodo di forma critico, come dimostrano le ultime quattro partite di campionato senza vittoria.

Quello che però più preoccupa la società è l’attuale momento di classifica. La formazione è infatti a soli tre punti dalla zona retrocessione e, da inizio campionato, ha già affrontato quattro scontri salvezza non vincendone neanche uno.

L’ennesima sconfitta stagionale ha definitivamente messo in bilico la posizione di Marco Baroni sulla panchina del Lecce che, ad oggi, rischia effettivamente l’esonero. A confermarlo è stato il lungo confronto avuto con la società salentina negli spogliatoi del Dall’Ara a pochi minuti dal triplice fischio finale.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Marco Baroni, Serie A - stopandgoal.com (La Presse)
Marco Baroni, Serie A – stopandgoal.com (La Presse)

Lecce, esonero Baroni: le dichiarazioni del post partita

Il Lecce non sta vivendo il suo momento miglior di forma da questo inizio di stagione, e la sconfitta di oggi al Dall’Ara contro il Bologna in uno scontro salvezza delicato non migliora di certo la situazione e gli stati d’animo all’interno dello spogliatoio salentino.

Raggiunti i microfoni di DAZN nel post partita di questo pomeriggio solo dopo un lungo confronto con la società, Marco Baroni ha parlato della partita del Lecce, chiarendo cosa è andato e cosa no, scacciando indirettamente le voci di esonero parlando degli incontri futuri: “Primo tempo condizionato dal doppio episodio, rigore e gol, assolutamente evitabile, anche perché un giocatore che colpisce in questo modo il pallone di testa non è ammissibile. Dobbiamo ripartire dall’atteggiamento del secondo tempo, anche perché il primo è stato condizionato, soprattutto da un punto di vista mentale, da quegli episodi di cui vi parlavo prima. Dobbiamo metterci alle spalle questa partita e ripartire subito.
Rigore? Mezzo e mezzo. Non analizzo l’episodio, perché si può gestire meglio prima ed evitare quella situazione, ma alle volte si paga anche queste ingenuità.

LEGGI ANCHE>>> Serie A, altro che esonero: l’annuncio conferma la fiducia