Napoli: Spalletti lascia? La confessione

Napoli, conferenza stampa Spalletti. Il tecnico ha parlato del suo futuro ed ha rivelato una decisione in merito alla formazione che domani scenderà in campo contro il Bologna.

Napoli, l’annuncio di Spalletti sul suo futuro

Straordinario, in questo momento, il cammino del Napoli. Ancora imbattuto, la squadra azzurra è prima in campionato e in Champions League ha già ottenuto la qualificazione al turno successivo, con due turni di anticipo. Spalletti teme cali di pressione ed è per questo che, nella conferenza stampa pre Napoli Bologna, ha lanciato un messaggio chiaro alla squadra.

Il tecnico è stato abbastanza chiaro, rispondendo alla domanda riguardo il momento che sta vivendo la squadra azzurra. Altrettanto schietta è stata la risposta sul suo futuro. L’allenatore del Napoli Spalletti ha il contratto in scadenza a giugno 2023. Ad oggi non si è ancora parlato del suo rinnovo. Ecco cosa ha detto il tecnico il merito a questa situazione.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Rinnovo Spalletti Napoli conferenza stampa – stopandgoal.com – la presse

 

Napoli, rinnovo Spalletti: le parole del mister

Alla domanda relativa al rinnovo con il Napoli, Spalletti è stato chiaro. Il tecnico ha il contratto in scadenza nel giugno 2023 e, ad oggi, non ci sono stati passi avanti riguardo la sua firma sul prolungamento di contratto.

Ecco cosa ha risposto Spalletti in merito al suo futuro a Napoli:

“Io penso che la cosa più corretta è valutare la situazione anno per anno, così sarà fatto. Quindi sul mio rinnovo ho già risposto”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTA NOTIZIA >>> Calciomercato Napoli, colpo da scudetto: arriva a gennaio

Napoli: conferenza stampa Spalletti

Non solo del suo rinnovo con il Napoli, Spalletti ha affrontato anche altri argomenti nel corso della conferenza stampa. L’obiettivo è quello di non abbassare la guardia. Intanto per domani tornerà a disposizione Victor Osimhen: il nigeriano, adesso, avrà due concorrenti in più come Raspadori e Simeone. Una concorrenza folta e agguerrita. “Sarà una gestione semplice, in alcuni ruoli è fondamentale avere più risorse. Se non avessimo avuto Raspadori e Simeone, per esempio, sarebbe stata dura vincere tutte queste partite. Ora si valuterà con il ritorno di Osimhen”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTA NOTIZIA >>> Calciomercato Juventus, assist da Cassano: “Via da Napoli”

Spalletti ed Osimhen, Napoli, stopandgoal.com (La Presse)