Caso Pogba, minacce di morte: la decisione della Polizia

La Juventus è alle prese con tantissimi problemi, tra campo e gestione fuori dal campo. I più difficili da risolvere, al momento, sono quelli legati ai risultati ma mancano anche calciatori fondamentali come Federico Chiesa e Paul Pogba.

Juventus, caso Pogba: decisione shock della Polizia

Il caso Pogba è arrivato ad una svolta. Dopo giorni di interrogatori in stato di fermo, Mathias Pogba è finito in custodia cautelare insieme ad altre quattro persone. Sul fratello del centrocampista della Juventus pesano elementi sufficienti per essere ritenuto uno dei principali sospettati dell’estorsione ai danni del Polpo con anche il sequestro del giocatore.

Nei confronti di Mathias Pogba c’è l’accusa di estorsione in banda organizzata e associazione per delinquere ed è rimasto in carcere. La situazione è molto intricata e difficile da gestire anche per Paul Pogba che è ancora alle prese con il suo infortunio che lo tiene fuori dal campo.

Dopo le denunce di Paul e della madre del giocatore, la “guerra” della famiglia Pogba sembra essere giunta a un bivio cruciale. Concluse le indagini preliminari, infatti, il giudice ha incriminato formalmente e disposto la custodia in carcere per Mathias e altri quattro individui. E ora ci sono risvolti ancora più importanti che mettono in pericolo il campione.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Juventus, Pogba sotto scorta: ecco cosa succede

Pogba è stato anche sequestrato a marzo in un appartamento alla periferia di Parigi, dal fratello e la sua “banda”. Lo stesso Mathias avrebbe un “alibi” ed è considerato dagli inquirenti soltanto come un “testimone assistito”, una sorta di persona informata sui fatti. Dopo un primo pagamento di 100mila euro, il gruppo sarebbe però tornato a farsi minacciosi sia a Manchester che a Torino e in questo caso Mathias sarebbe stato individuato dallo stesso centrocampista bianconero tra chi l’ha minacciato nuovamente a luglio al centro di allenamento della Juventus.

Da qui l’avvio delle indagini giudiziarie sulla vicenda, quando Mathias ha smentito ogni coinvolgimento davanti agli investigatori, ma i successivi interrogatori hanno spinto gli inquirenti a portare il fratello di Paul davanti al giudice per completare formalmente i capi d’accusa a suo carico e disporne la detenzione.

Ora, stando a quanto riferisce Le Parisien, la Polizia italiana ha deciso di mettere sotto scorta Paul Pogba. A Torino ci sono uomini della scorta a tenere sotto controllo il campione bianconero.

LEGGI ANCHE >>> Notizie Juventus: Allegri minacciato, ecco cosa succede

Pogba sotto scorta: le ultime notizie

Paul Pogba sotto scorta a Torino per il caso legato al sequestro e all’estorsione con il fratello e la sua banda. Una decisione, confermata da un membro del suo entourage, che ha confermato anche i metodi violenti utilizzati dai criminali sospettati di “estorsione in una banda organizzata” e “partecipazione a associazione per delinquere finalizzata alla preparazione di un reato”.

LEGGI ANCHE >>> Notizie Juventus: Landucci svela cosa è successo dopo Monza

Pogba
Pogba – stopandgol.com (La Presse)