Calciomercato Juventus, Luciano Moggi attacca Pogba e annuncia 2 colpi

Luciano Moggi è intervenuto ai microfoni di StopandGoal.com in onda su TV Play a proposito del mercato della Juventus e di Paul Pogba.

Juve, le parole di Moggi su Pogba fanno discutere

Non si risparmia mai Luciano Moggi. Il dirigente ha scritto la storia del club biaconero e per questo il suo parere è sempre molto importante. In tanti si sono chiesti se la decisione di non operarsi da parte di Pogba sia stata corretta.

L’ex amministratore bianconero non ha dubbi: “Forse gli permettono di fare quello che vuole mentre magari in altri club non sarebbe successo. Diciamo che spero di rivederlo, anche perché è molto bravo, ma si è sbagliato non operandolo subito. Non è una cosa da poco conto. Così facendo potrà tornare in campo con la Juventus a febbraio“.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

juventus mercato moggi paredes
Vinicius Junior, stopandgoal.com (LaPresse)

Juventus, Moggi annuncia due colpi di mercato: ecco Paredes e Morata

Non si parla però solo dell’infortunio occorso a Pogba. Luciano Moggi ha anche chiarito la situazione di 3 affari di mercato della Juventus. Stiamo parlando di Kostic, Paredes e Morata. Sul primo ha affermato che ad oggi non è una priorità. Anzi gli sforzi della dirigenza sono dirottati verso l’argentino e l’attaccante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cessione annunciata, arriva l’indizio social

Il primo verrà sicuramente“, afferma Moggi, “il secondo speriamo. Il colpo più importante della mia carriera? Penso ci rimarrete male perché si tratta di Gianfranco Zola. Tutti dicevano che era troppo esile ma io ci andavo a nozze con queste situazioni. L’ho preso come erede di Maradona e guardate cosa ha fatto, anche in Inghilterra”.

ultime mercato juventus paredes
Paredes vs Foden, stopandgoal.com (LaPresse)

Moggi sceglie i suoi allenatori preferiti

Non si è parlato soltanto del mercato della Juventus con Luciano Moggi. Ecco cosa ha detto a proposito degli allenatori più incisivi in Serie A: “Un allenatore si prende in relazione al gruppo di giocatori che ci sono a disposizione. Mourinho è un allenatore che a Roma sta facendo molto bene, ma ovviamente servono i giocatori che devono ascoltarlo e devono venire. Lui ha portato giocatori come Matic e Dybala, parliamo di un tecnico con un grande carisma. Allegri ha vinto 6-7 campionati, non si discute“.