Ufficiale: Rudiger via a zero, ecco dove giocherà

Arriva la comunicazione ufficiale che colpisce il Chelsea per il prossimo calciomercato e anche Antonio Rudiger che a fine stagione saluterà il club poiché ha il contratto che scade nel 2022.

Calciomercato Chelsea: addio Rudiger, la situazione

Dall’Inghilterra arrivano aggiornamenti in merito al futuro di Antonio Rudiger al Chelsea nel prossimo calciomercato, ecco le ultimissime notizie per quanto riguarda il difensore centrale tedesco che in Italia ha militato anche nella Roma.

Un provvedimento del governo inglese nei confronti di Roman Abramovich proibisce al Chelsea di rinnovare i contratti dei calciati che hanno il contratto in scadenza. Per questa ragione Antonio Rudiger lascerà il Chelsea alla fine di questa stagione.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Rudiger, quale sarà il suo futuro?

Con il contratto in scadenza nel 2022 con il Chelsea, Antonio Rudiger dovrà trovare una nuova squadra dopo la fine della sua esperienza con i Blues. Diverse società sono interessate al difensore centrale che ha sul piatto un’offerta importante da parte del Bayern Monaco che cerca un nuovo difensore a seguito dell’addio di Sule. Più difficile l’ipotesi Italia per Rudiger nel prossimo calciomercato, nei mesi scorsi il giocatore del Chelsea era stato accostato a Milan e Juventus. 

LEGGI: Juventus favorita in Serie A: scoppia l’inchiesta de Le Iene

Sanzione ad Abramovich, niente calciomercato per il Chelsea

Roman Abramovich è stato sanzionato dal governo inglese e tutti i suoi beni, incluso il Chelsea, sono ora congelati. Una proroga speciale è stata concessa al club inglese che potrà continuare le sue attività calcistiche ma ciò non sarà possibile in sede di calciomercato visto che il club non potrà operare in entrata. Inoltre non ci sarà la possibilità per il Chelsea di rinnovare i contratti di Antonio Rudiger, Andreas Christensen e Cesar Azpilicueta. Servirà un’altra proroga da parte del Governo.

Una situazione molto complicata per il Chelsea e Thomas Tuchel che dovrà gestire lo spogliatoio in questo momento davvero delicato. La società, infine, non potrà procedere alla cessione della società annunciata dal magnate russo nei giorni scorsi. Anche se ciò accadesse, Abramovich non potrà comunque guadagnare nulla dall’eventuale cessione del Chelsea.

LEGGI: Manchester: Cristiano Ronaldo cacciato, lite nello spogliatoio