Coppa d’Africa: l’arbitro dimentica il recupero, si torna in campo

La sempre colorita Coppa d’Africa regala ancora una volta una delle scene più surreali del mondo del calcio. L’arbitro dimentica infatti di assegnare i minuti di recupero, e le squadre sono costrette a tornare in campo.

Coppa D’Africa: caos dell’arbitro, ecco cosa è successo

Episodio surreale, quello avvenuto in Coppa D’Africa. Nel corso della partita tra Tunisia e Mali con protagonista l’arbitro Janni Sikazwe, dello Zimbabwe, che ha fischiato la fine della gara tra lo stupore generale, al minuto numero 85 minuti e 7 secondi. Dopo le proteste tunisine a fronte del risultato di 0-1 a favore del Mali, il fischietto è tornato sui suoi passi e ha fatto riprendere il match di Coppa d’Africa.

Poi l’arbitro ha fischiato la fine della partita con qualche secondo d’anticipo rispetto al 90′ e senza minuti di recupero, nonostante le 9 sostituzioni. Ciò ha scatenato nuovamente le proteste della Tunisia. Ma l’arbitro questa volta non ci ha ripensato ed ha decretato ufficialmente la fine della partita.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI!

Mali-Tunisia (Getty Images)

Tunisia-Mali, l’intervento della CAF

Dopo che le squadre sono andate nello spogliatoio, a seguito della fine della partita di Coppa D’Africa tra Tunisia e Mali, decretata dall’arbitro al minuto numero 89 e 50 secondi, senza minuti di recupero, c’è stato l’intervento degli organizzatori ovvero della CAF.

Mezzora dopo la fine della gara, la CAF ha deciso di far rientrare in campo le due squadre per disputare  tre minuti di recupero, agli ordini stavolta del quarto uomo e quindi con un arbitro diverso rispetto a Janni Sikazwe.  La Tunisia, però, non si è presentata in campo e a questo punto è molto probabile che la nazionale nordafricana faccia ricorso per errore tecnico, con l’obiettivo di rigiocare la sfida.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Stasera in tv calcio, tutte le partite in diretta di oggi martedì 11 gennaio

Tunisia-Mali 0-1, si attende il verdetto del giudice

Tunisia-Mali 0-1: la partita di Coppa d’Africa è entrata di diritto nella storia a causa dell’errore dell’arbitro Janni Sikazwe che ha fischiato la fine del match senza concedere i minuti di recupero. La vittoria di misura da parte della nazionale maliana è in discussione visto che molto probabilmente la Tunisia farà ricorso.

Per il Mali sarebbe stato un successo davvero importante visto che avvicinava la squadra alla qualificazione agli ottavi di finale. Se il primo tempo si era concluso sullo 0-0, la rete è arrivata a inizio ripresa grazie ad un rigore a favore del Mali, trasformato da Ibrahima Koné. Adesso si attende la decisione della CAF con la possibilità che la partita di Coppa D’Africa tra Tunisia e Mali venga rigiocata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mino Raiola operato d’urgenza: le sue condizioni