Juventus, Allegri si toglie i sassi dalle scarpe: che stoccata contro Sarri

ultime allegri sarri
Allegri contro Sarri (Getty Images)

Max Allegri contro Maurizio Sarri, Corto Muso contro Sarrismo: il tecnico della Juventus non si lascia sfuggire l’occasione per festeggiare.

Juventus, Allegri contro Sarri

Parla il tecnico della Juve dopo la vittoria contro la Lazio. Per molti è stato lo scontro di 2 teorie diverse. Ecco le parole del mister oggi a DAZN: “La squadra ha fatto una bella partita, non eravamo distratti, ma abbiamo avuto troppe occasioni per far gol e non le abbiamo sfruttate, nella scelta decisiva siamo un pochino frettolosi. Le partite vanno giocate fino alla fine, se prendi gol poi è un casino. Questo fa parte della crescita“.

Abbiamo fatto tanti tiri in porta stasera, la squadra non ha concesso nulla, a parte un colpo di testa. Abbiamo gestito bene la palla contro una buona Lazio, sappiamo che le squadre di Sarri sono brave nel palleggio, l’abbiamo contenuto“.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Arriva quindi il momento dello scontro, Lazio-Juventus è anche Allegri contro Sarri: “Corto muso contro Sarrismo? Io mi diverto, al di là di quello che raccontate voi. A quale allenatore non piace giocare? Il calcio è anche strategia. C’è un momento in cui tenere la palla, un altro in cui difendere, non c’è un protocollo. Pensavo che la Lazio tenesse il pallone per il 70%, invece abbiamo fatto noi il 46%, stiamo migliorando…”, chiude ironico il mister.

ultime allegri sarri
Allegri contro Sarri (Getty Images)

Juventus, le parole di Max Allegri

Non si parla soltanto di Allegri e Sarri. Il mister di Livorno si sofferma anche su chi tra i suoi ha dato i miglioramenti più importanti: “Rabiot è stato bravo, ha un motore grandissimo, poteva giocare altri 90 minuti, ha limitato Milinkovic-Savic. Anche McKennie ha fatto bene, Pellegrini aveva una partita difficile, non giocando sempre per lui era complicato”.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Stop per il campione: le condizioni

Juventus e Allegri
Juventus e Allegri

“Ci vuole tempo per crescere e nel mezzo dobbiamo vincere le partite, serve imparare la gestione della palla, fare fase difensiva anche per 2-3 minuti, io non ho mai visto una grande squadra che ha vinto con sufficienza e superficialità, serve avere rispetto per gli avversari, abbiamo lasciato punti con le medio-piccole perché non abbiamo messo attenzione e rispetto”.

Juve, Allegri aspetta Dybala

Chiusura dedicata a Paulo Dybala: “Dybala gioca sempre sul centrodestra, può giocare nei 3 davanti, ovvio che serve dargli copertura, l’importante è che torni e che stia bene“.