Venezia, Zanetti promuove il big ma lo manda via: l’annuncio

Venezia Zanetti
Venezia Zanetti (LaPresse)

Il Venezia di Paolo Zanetti batte la Roma di José Mourinho e fa un bel balzo in avanti in classifica. I lagunari sono a 3 lunghezze dalla zona retrocessione e guardano con più fiducia al futuro.

Venezia, Zanetti svela il retroscena di mercato

Al termine del match tra Venezia e Roma, Paolo Zanetti ha analizzato la bella vittoria dei suoi. Ecco le sue parole ai microfoni di DAZN.

Caldara?Mattia è un giocatore importantissimo, siamo andati a casa sua a convincerlo per prenderlo. Questo ha fatto la differenza. Ha un’umiltà incredibile, non pensavo si calasse così tanto nella nostra mentalità. Lui è un ex campione che sta dimostrando di meritarsi tutto quello che ha e sta lavorando per tornare ad essere un grande campione”

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Venezia Zanetti
Venezia Zanetti (LaPresse)

Zanetti a DAZN: “Vogliamo rischiare per essere noi stessi”

Squadra matura?Proviamo a diventare sempre più uguali a noi stessi. Se guardiamo la cifra tecnica è normale che pensiamo di non essere competitivi. Ma per fortuna ci sono anche altri aspetti, fisico e mentale soprattutto, che ti fanno fare il salto di qualità rispetto a quello che dicono tutti”.

Okereke?La scelta di metterlo accanto a Forte è stata fatta per mettere un calciatore di profondità e uno fisico, così come altri due a piede invertito sulle fasce. Poi quando è entrato Henry ha fatto vedere di che pasta è fatto”.

LEGGI ANCHE >>> Venezia-Roma, Zanetti batte Mourinho: gli highlights

Zanetti Venezia
Zanetti Venezia (LaPresse)

Zanetti: “Partita bellissima, abbiamo meritato”

Venezia-Roma?In questa categoria quando non riesci a chiudere le partite si prendono sempre i gol. Oggi, al di là del risultato, abbiamo giocato benissimo contro una squadra molto forte. Abbiamo creato tantissime occasioni da gol e mi sarebbe dispiaciuto non riuscire a portare a casa bottino pieno”.

LEGGI ANCHE >>> Ultime news Venezia: Zanetti emozionato a fine partita

Paolo Zanetti
Paolo Zanetti (LaPresse)