Serie A, rischia l’esonero anche lui: parole pesanti

ultime esonero d'aversa

Sconfitta che potrebbe essere fatale: la Serie A potrebbe registrare il quarto esonero di questa stagione dopo la nona giornata.

Serie A, il mister rischia l’esonero: le sue parole

Oggi la sua partita è terminata con una sconfitta, ma il tecnico non si lascia intimorire. “L’approccio è stato buono”, ha detto ai microfoni di DAZN, “ma abbiamo giocato su un terreno difficile, contro un avversario di grande valore. Fino all’autorete eravamo in partita e addirittura dopo i primi 45 minuti potevamo essere in vantaggio, ma il portiere del Sassuolo ha fatto un miracolo contro di noi“.

E quando chiedono a Zanetti della voci in merito ad un suo esonero, il mister non si tira indietro: “Non voglio trovare scuse, la sconfitta di oggi è meritata, oggi c’è stato un Venezia dai due volti“.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

ultime esonero d'aversa

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gattuso torna in Serie A, cambio ad un passo

Venezia, parla Zanetti

Ovviamente Zanetti non ha parlato solo della possibilità di un addio al Venezia, ma si è soffermato anche sulla gara: “Una partita da dimenticare subito, al di là della giornata di oggi, il Venezia ed il Sassuolo hanno obiettivi differenti. Non sarebbe onesto far finta di niente, martedì abbiamo una gara molto importante contro la Salernitana. Dobbiamo migliorare in certi frangenti del giocosituazioni perchè nell’ultima mezz’ora ho rivisto i difetti di inizio stagione“.

paolo zanetti venezia
paolo zanetti venezia

Okereke? Ha fatto una buona partita, ha dei colpi importanti, dopo un gol incredibile poteva segnare ancora. Per la prossima partita spero di avere Aramu, mentre Vacca e Johnsen li abbiamo persi per un po‘”.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Esonero in arrivo? Il mister non ci sta

Venezia Zanetti
Venezia Zanetti (Getty Images)

Venezia, il cammino di Zanetti

Già un mese fa si era parlato di esonero per Paolo Zanetti. All’epoca il candidato che sembrava in vantaggio era Marco Giampaolo, ma ad oggi sono liberi anche Davide Nicola e Rolando Maran.

La decisione non verrà presa nelle prossime ore e sicuramente ne sapremo di più dopo la gara contro la Salernitana.