Juventus, Pirlo: “Noi l’anti-Inter? Chi sta dietro lo è, lo siamo anche noi”

Juventus-Crotone Pirlo
Juventus-Crotone Pirlo

Andrea Pirlo parla dopo Juventus-Crotone. Ai microfoni di Sky Sport, l’analisi dopo la vittoria della sua Juve. Ecco le sue parole.

Le parole di Andrea Pirlo

“Eravamo un po’ nervosi, normale sia così dopo le ultime partite in cui abbiamo raccolto poco. Questa sera cercavamo la velocità per sviluppare il gioco e abbiamo fatto bene, infatti i gol sono arrivati. Sabato arriva il Verona, ci sono altre defezioni perché anche Danilo sarà squalificato. Pensiamo prima al campionato, poi al Porto”. 

“Morata non è al meglio, ha bisogno di tempo per mettersi in sesto. Se abbiamo Cristiano avanti, dobbiamo fare cose diverse. Centralmente ci sono troppi pochi giocatori, il gioco deve essere fatto in ampiezza per trovare Ronaldo in area”. 

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Pirlo: “Morata è svenuto dopo la partita. E’ andato tutto male”

SU KULUSVESKI – “Giocare alla Juve e al Parma sono due cose differenti. Nella Juve devi saper aprire le avversarie, magari al Parma giochi più di contropiede. Ora fa un ruolo che non gli appartiene, ma lo sta facendo alla sua maniera. E’ un giocatore che può fare sicuramente molto di più”.

SU CHIESA – “Lo so che si trova meglio a destra, ma anche a sinistra sa essere pericoloso. Quando è possibile, lo troverete lì”. 

SULLA CLASSIFICA E SUGLI OBIETTIVI: “Da giocatore volevo vincere, ora anche da allenatore. Tutte quelle che stanno dietro l’Inter sono le antagoniste e noi lotteremo, come sempre, fino alla fine”. 

Juventus-Crotone
Juventus, Andrea Pirlo (Getty Images)