Calciomercato Milan, Pioli su Ibrahimovic: “Rinnovo? Dimostra di meritarselo”

Milan Pioli
Milan, Stefano Pioli (www.gettyimages.it)

Subito dopo la fine della partita vinta dalla sua squadra contro il Crotone per 4-0, è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’ l’allenatore del Milan, Stefano Pioli. Si è parlato del rinnovo di Ibrahimovic

Milan Pioli
Milan, Stefano Pioli (www.gettyimages.it)

Le parole di Pioli dopo Milan-Crotone. Si è parlato anche del rinnovo di Ibrahimovic

Queste le parole del tecnico del Milan, Stefano Pioli, raccolte dalla nostra redazione subito dopo la fine dell’incontro vinto dai suoi contro i calabresi di Stroppa: “Ibrahimovic? E’ un numero uno. Quello che fa lui è difficile stupirsi. Quando sta bene e può giocare ha sempre realizzato due gol. Sta aiutando la squadra a crescere. Grazie a lui ci abbiamo creduto. Siamo soddisfatti, non era semplice oggi. Però vittoria meritata.

Classifica? Quello che ci diciamo tra di noi rimane tra di noi. Il nostro obiettivo è pretendere il massimo e vincere sempre ogni partita. Ci alleniamo duramente. Non è il momento di guardare alla classifica, ma alle prossime sfide che ci attendono. Giochiamo ogni tre giorni. Vogliamo anche fare bene in Europa League, una competizione che teniamo particolarmente.

Rinnovo a Ibrahimovic? Non lo so se il suo gesto era rivolto a Maldini o Gazidis. La cosa più bella è che lavoriamo bene e che stiamo bene. Siamo in un grande club. Poi Zlatan deciderà il suo futuro. Per quello che sta dimostrando è giusto che continui a giocare e che stia con noi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Milan-Crotone 4-0: il risultato live e gli highlights

E’ una atleta che ha tantissime motivazioni. Cura il suo fisico e corpo in maniera perfetta e scrupolosa. E’ chiaro che per reggere questi livelli devi essere un professionista. In pochi lo hanno. A volta è stanco e credo sia normale. Non ha mai sgarrato nel cibo. Oramai i giocatori fanno a gara ad arrivare primi nel centro sportivo. Zlatan non salta mai un giorno di allenamento. Fisicamente sta molto bene, può continuare a fare la differenza. 

Rebic-Leao? A nessuno dei due piace giocare a destra. Preferiscono giocare nel centro-sinistra. Può essere una soluzione, a volte si sono adattati. Se c’è la disponibilità dei miei giocatori qualcosa si può fare. Abbiamo qualità lì davanti.

La svolta del campionato? Il club ha scelto dei giocatori forti anche a gennaio. Merito loro che mi hanno messo a disposizione una rosa molto competitiva. Le partite decisive arriveranno più avanti. Continuo a pensare e a credere che le sette squadre possono dire la loro in questo campionato. Più vai avanti e più le giornate peseranno. Abbiamo la mentalità giusta e siamo consapevoli di fare bene”.