Juventus, addio Bernardeschi? Le parole dell’esterno

Bernardeschi
Bernardeschi (Getty Images)

La Juventus potrebbe vendere Federico Bernardeschi. L’esterno bianconero potrebbe andare via anche a gennaio anche se le sue parole sembrano andare in una direzione diversa.

Calciomercato Juventus, addio Bernardeschi? Le parole dell’esterno

Federico Bernardeschi, il centrocampista della Juve ha parlato nel corso di un’intervista ai microfoni di Juventus Tv:

“Ci ha lasciato il migliore di ogni tempo. Maradona rappresentava il calcio e questo ha fatto sì che tutti gli appassionati ne risentano. Lui è la storia. Tutti abbiamo visto i video di Diego, quelli che ricordiamo di più sono quelli che gli hanno permesso di vincere il Mondiale. Ma lui dava un significato a tutto, e quello che si celava dietro Maradona è importante. Saranno giorni tristi per tutti coloro che amano il calcio perchè abbiamo perso la magia a Maradona”. 

Pirlo? “Con lui ho un bellissimo rapporto di sincerità e fiducia. Si è subito immerso nel mondo Juve ed in quello di allenatore, è stato un fuoriclasse ed è stato abituato a gestire spogliatoi anche quando andava in campo. Questo l’ha facilitato molto e infatti il rapporto con noi è buonissimo, è davvero un rapporto di gestione a 360 gradi. Ti parla molto e spiega cosa fare, cosa fondamentale in uno spogliatoio come quello della Juve”.

Calciomercato Juventus Bernardeschi
Federico Bernardeschi

Ultime Juve: Bernardeschi pensa alla Juve

Altro che addio, Federico Bernardeschi ha confessato di pensare al proseguo del suo campionato in bianconero

Obiettivi? “Ogni stagione è una storia a sé, serve andare in campo e sacrificarsi con passione, umiltà e tanta determinazione. Queste sono le cose principali che ogni giocatore deve fare per i compagni di squadra. Aiutando così tutti, anche lo staff tecnico e di conseguenza anche la società”.

Ultime Juve: Bernardeschi sulla Nazionale

Federico Bernardeschi ha parlato anche della Nazionale e di Euro 2021:

Nazionale? “Per un giocatore è motivo d’orgoglio e ho sempre fatto bene,  mi piace giocare con quella maglia. Mancini è stato bravissimo a creare un grande gruppo e una grande serenità. Ora sta avvenendo lo stesso qui alla Jvue, è quello che sta creando il mister con lo staff e assieme alla società. Sono fortunato in questo: giocare nella Nazionale e nella Juve, ho trovato due ambienti bellissimi”.