Lazio-Juventus, Inzaghi: “Pareggio meritato. Tamponi? Sono preoccupato…”

lazio Inzaghi Inter
Inzaghi Inter (Getty Images)

Dopo il pareggio in Lazio-Juventus, Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare la prestazione dei suoi.

Lazio-Juventus, Inzaghi a DAZN

Grande cuore per i biancocelesti in Lazio-Juventus, ne parla Inzaghi: “Abbiamo preso il primo gol su un errore, il pareggio è meritato. Poi sappiamo cosa rappresenta la Juventus, nonostante tutto abbiamo fatto una grande gara. Anche mercoledì a San Pietroburgo mi hanno dato una mano i subentrati“.

Lazio Juve Inzaghi
Simone Inzaghi (www.gettyimages.it)

Non dimentichiamo che oggi mancavano 4 titolari, non è facile giocare con la Juventus così. Ora c’è la sosta, i ragazzi sono stati bravissimi a fare questo inizio di campionato e Champions tra mille difficoltà. Correa ha fatto una grande partita, poteva essere più lucido in qualche momento, ma è di un’intelligenza straordinaria“.

Lo sappiamo che questo è stato un ciclo durissimo, a Bruges eravamo in 13, in Russia 14, adesso riposiamo, poi lavoriamo nel migliore dei modi, presto avrò la fortuna per ruotare i giocatori. Caicedo? Grande persona, si è fatto voler bene da tutti, è sempre disponibile. Ha fatto da subito grandissime cose, ho chiesto alla società di tenerlo. Davanti a lui ha Immobile, sa il proprio ruolo nella squadra“.

Polemica covid? Sono sereno, sono un allenatore che ha giocato con orario risicato, più di questo non potevo fare.

Mi aspettavo di vedere una Juventus così, loro esprimono calcio e hanno grandissimi calciatori. Sapevamo che dovevamo fare una partita di personalità. Contento e orgoglioso dei ragazzi che non mollano mai nonostante le difficoltà.

La differenza in campo la fanno le scelte, non si può essere sempre lucidi. Sono preoccupato se devo gestire le fatiche dei miei calciatori e giocare in 13 e non dei tamponi. Vorrei avere 20 calciatori a disposizioni e non sempre 13 o 14, posso sempre contare su di loro però”.