Atalanta-Inter, Gasperini: “Potevamo anche vincere”

Gasperini Atalanta gosens
Gian Piero Gasperini (www.gettyimages.it)

Subito dopo la fine della partita, pareggiata dalla sua squadra contro l’Inter, è intervenuto l’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini, ai microfoni di ‘Sky Sport’

gian piero gasperini
gian piero gasperini (www.gettyimages.it)

Le parole di Gasperini dopo Atalanta-Inter

Queste le dichiarazioni di Gasperini dopo Atalanta-Inter: “Mai avuto la sensazione che fossimo in difficoltà. Giochiamo partite di campionato e di Champions molto difficili, può succedere di perdere. lL squadra ha avuto una buona presenza e identità. Le vittorie in Serie A ed in coppa le abbiamo fatte.

Non dobbiamo vincere lo scudetto. Il percorso della mia squadra è buono e non credo ad una possibile crisi. Le aspettative le dobbiamo avere noi, sappiamo quanto è complicato il nostro percorso.

Abbiamo avuto giocatori indisponibili, la sosta arriva nel momento opportuno. Dobbiamo recuperare un po’ tutti. Miranchuk? Sono contento, in due spezzoni di match ha toccato pochi palloni e h a fatto due gol. Ha qualità ed è stato frenato a un lungo per infortunio. Speriamo di inserirlo al meglio. Ruggeri? E’ un ragazzo che sta facendo bene, ha 18 anni. Ha ottime doti atletiche e tecniche, deve fare esperienze e avrà un grande futuro davanti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Atalanta-Inter, Genoa-Roma e Torino-Crotone: risultato, tabellino e highlights – LIVE

L’intensità non l’avremmo mai. Ci alleniamo solo con 6 giocatori per le Nazionali. Come gruppo non ci alleniamo, sarà così fino a Natale questo avviene per tanti motivi. Devo dire che è così per tutti, non solo per noi. 

Il Liverpool è la squadra più forte al mondo, anche loro hanno avuto difficoltà in Premier. Molto demerito nostro, abbiamo esaltato le loro qualità. Potevamo fare meglio, non credo finirà sempre così. Tecnicamente e in velocità andava il doppio di noi. Difficile contrastarli sul piano tecnico e fisico. 

Il ruolo degli esterni è importante per noi. Abbiamo perso Castagne e Gosens, Hateboer sta giocando molto. La società in mercato si è mossa: Piccini non lo abbiamo visto. Mojica e Depaoli cercheremo di inserirli. Cercheremo di valorizzare anche il giovane Ruggeri. Oggi abbiamo giocato con molti attaccanti più Gomez, non sono per la confusione. In certe occasioni possono darti qualche cosa, oggi ad esempio l’abbiamo pareggiata”.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, le formazioni ufficiali di Atalanta-Inter, Genoa-Roma e Torino-Crotone