Milan, Pioli: “Scudetto? Coi nuovi innesti, a gennaio…”

Milan, conferenza Pioli
Milan, conferenza Pioli (www.gettyimages.it)

Subito dopo la vittoria in terra scozzese contro il Celtic di Glasgow per la prima giornata di Europa League del gruppo “H”, ai microfoni di ‘Sky Sport’ è intervenuto il tecnico dei rossoneri Stefano Pioli.

Stefano Pioli (Getty Images)

Milan, le parole di Pioli subito dopo il match

Ecco le dichiarazioni di Stefano Pioli raccolte dalla nostra redazione subito dopo il fischio finale della partita vinta per tre reti ad uno contro il Celtic: “Quella di stasera è stata una partita che abbiamo condotto bene. Nel secondo tempo abbiamo giocato un po’ meno precisi, abbiamo perso un po’ di palloni e abbiamo rischiato qualcosina. L’importante però era dimostrare di essere una grande squadra e lo abbiamo fatto.

“Subito dopo il Derby qualcuno poteva pensare che potevamo abbassare la guardia. Il segreto di questa continuità? E’ semplice, tutti stiamo lavorando in un’unica direzione: staff, area tecnica, dirigenza, società. Tutti si sentono parte integrante di questo ambiente. Siamo una squadra giovane e vogliamo provare a crescere. Il segreto sta proprio nel lavoro quotidiano, nello stare sempre bene ed essere disponibili al sacrificio. Allenarsi continuamente e migliorare”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Milan, il ds Massara: “Ibra? Godiamocelo. Ci aspettiamo tanto da Tonali”

La società ha confermato giocatori importanti e giovani interessanti per noi. A Milanello stiamo bene e sfruttiamo ogni singolo momento per crescere. I risultati positivi danno fiducia, forza e consapevolezza. Arriveranno momenti difficili però cominciamo ad avere personalità in campo e questo nello spogliatoio è importante.

Ad esempio Donnarumma ha 21 anni ma è un veterano. E’ maturo, come lo sono anche Romagnoli, Kessie e Kjaer. Hanno un grande atteggiamento dentro e fuori dal campo.

Stefano Pioli (Getty Images)

Noi dobbiamo sfruttare questi momenti difficili per capire dove possiamo migliorare. Stiamo facendo bene perché non molliamo nemmeno un istante che trascorriamo insieme. La prossima partita è sempre quella più difficile. Ora testa al campionato, la Roma ha un reparto offensivo invidiabile. Ci faremo trovare pronti perché vogliamo continuare il nostro momento positivo ed il nostro percorso. 

Speriamo di continuare così. L’ultima volta che abbiamo affrontato la Roma? Lì è cambiato tutto, anche le partite contro la Roma, Lazio e Juventus sono state vittorie che ci mancavano. C’è sempre mancato quel tanto così per fare la differenza. Lunedì sarà molto difficile, ma dobbiamo arrivare con grande consapevolezza e rispetto. I giallorossi sono forti  come lo siamo anche noi. Sarà una partita bella e cercheremo di giocare un calcio propositivo.

Cosa manca per lo Scudetto? Più alziamo il livello tecnico più possiamo fare altri ragionamenti. Da gennaio tutto è cambiato, sono passati dieci mesi ma è un percorso e siamo ancora all’inizio. Da Crediamo di essere a buon livello, poi la differenza la fa la qualità dei giocatori. sappiamo dove vogliamo arrivare, siamo ambiziosi ma senza fretta. Ci sono 4 squadre più forti di noi sulla carta, ma noi stiamo dimostrando di giocarcela con tutti”.

LEGGI ANCHE >>> Celtic-Milan 3-1: risultato, sintesi, tabellino e highlights