Non era mai successo prima: Italia, che record per Euro 2024

L’Italia ha conquistato l’accesso ad Euro 2024 grazie al pareggio ottenuto contro l’Ucraina ma c’è un altro record per il nostro Paese.

La paura di non partecipare al prossimo Europeo di calcio è passata grazie al pareggio arrivato in trasferta contro l’Ucraina non senza qualche apprensione.

Italia, che record per Euro 2024
Italia, che record in vista di Euro 2024 (LaPresse) – stopandgoal.com

Un risultato comunque importante per gli azzurri che non potevano rischiare di mancare l’appuntamento con la rassegna continentale dopo aver fallito la qualificazione agli ultimi due mondiali. Nel frattempo però in Italia si può festeggiare un record importante che il nostro Paese ha raggiunto proprio in vista degli Europei che si terranno in Germania durante la prossima estate. Un motivo di orgoglio per tutto il movimento calcistico italiano.

Europei del 2024, l’Italia raggiunge un record importante

La nostra nazione può festeggiare i cinque ct italiani qualificati ai prossimi europei. Oltre a Luciano Spalletti, selezionatore della nostra nazionale, sono quattro infatti gli altri tecnici capaci di portare altre squadre alla rassegna continentale.

Ct italiani, record assoluto per Euro 2024
5 CT italiani a Euro24 (LaPresse) – stopandgoal.com

Uno di questi è Domenico Tedesco. Ct del Belgio, dopo aver allenato per diversi anni in Germania, il nativo di Rossano ha raggiunto un importante risultato con Lukaku e compagni e spera di poter trovare un successo che farebbe la storia della nazionale. Importante anche il traguardo tagliato da Vincenzo Montella che, da quando è alla guida della Turchia, ha inanellato una serie di importanti risultati che hanno portato Calhanoglu e compagni a raggiungere la qualificazione ad Euro 2024 con largo anticipo.

Ottimo il risultato raggiunto da Marco Rossi con la sua Ungheria con il ct italiano che ha vinto il proprio girone e conquistando l’accesso ad Euro 2024, diventando sempre più un idolo per i tifosi della squadra magiara. La vera e propria sorpresa arriva però da Francesco Calzona, ex collaboratore di Maurizio Sarri, capace di portare alla fase a gironi dell’europeo di calcio la Slovacchia. Un traguardo storico per Skriniar e compagni che nel proprio gruppo di qualificazione hanno perso solo contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo.

Per un’Italia che fa fatica sul campo, raggiungendo la qualificazione solamente all’ultima giornata del girone, ce n’è una che detta legge in panchina. La scuola di allenatori italiani infatti resta sempre in prima linea con grandi soddisfazioni anche per chi va all’estero. Uno dei maggiori esponenti è Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid che è promesso sposo del Brasile, pronto a portare i ‘pentacampioni’ verso la qualificazione al mondiale del 2026.

Impostazioni privacy