Sassuolo, Raspadori lascia i neroverdi: annuncio di Dionisi

Lo Spezia di Thiago Motta si fa rimontare in casa dal Sassuolo di Alessio Dionisi. Al Picco termina 2-2 una bellissima partita che regala un puno importante ad entrambe in ottica classifica.

Sassuolo, Dionisi annuncia il futuro di Raspadori

Al termine del match tra Spezia e Sassuolo, Thiago Motta ha analizzato il pareggio maturato al Picco. Ecco le sue parole ai microfoni di DAZN.

Raspadori?Spero di aiutare lui e tutti gli altri a crescere molto. Lasciarlo fuori oggi è dipeso dalla sua condizione: so che è un titolare e sapevo ci sarebbe stato bisogno di lui nella ripresa. Non immaginavo che avrebbe fatto doppietta ma se lo merita. Oggi la gente non parlerà di lui in maniera negativa, ha messo a posto i conti. Sa giocare con la squadra, sa far tutto e gioca per la squadra. Non vive per il gol, vive per la squadra. Fa tanto lavoro per il gruppo, anche in fase difensiva. Si toglierà tantissime soddisfazioni“.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

calciomercato inter Raspadori
calciomercato Sassuolo Raspadori (Getty Images)

Dionisi a DAZN: “Difficoltà colpa nostra”

“Il bicchiere è mezzo pieno dopo questo pareggio. Mi sarei immaginato una prestazione diversa ma dobbiamo essere soddisfatti della reazione. Si era messa male per colpa nostra: eravamo lenti, prevedibili, poco concentrati. Poi nel secondo tempo ci siamo sbloccati ma è un vero peccato subire gol tanto banali. Alla fine li abbiamo schiacciati lì, è stata simile alla sfida con il Napoli. Nel primo tempo mi sono arrabbiato molto, poi nel secondo si sono arrabbiati i miei ragazzi”.

Cosa manca?Dobbiamo migliorare le letture del gioco. Rallentiamo il gioco senza che ce ne sia bisogno. Contro le squadre che ti aspettano, come oggi, avremmo dovuto muovere in maniera veloce la palla. Siamo stati bravi nel secondo tempo, in uno stadio complicato con un pubblico difficile”.

LEGGI ANCHE >>> Spezia-Sassuolo, pareggio tra Dionisi e Thiago Motta: gli highlights

Dionisi
Dionisi

Dionisi: “Squadra sempre più attenta”

Squadra che senti tua?Stiamo lavorando sul fatto di attaccare gli spazi. Non siamo abituati perché vogliamo spesso palla addosso e molte volte è un gioco che non ripaga. Nel primo tempo questo abbiamo sbagliato: li abbiamo attesi per attaccarli, poi quando succedeva magari uscivi sempre ma se poi non esci ti imbucano e fanno gol“.