Mourinho vs Spalletti a DAZN: “Questa ti si ritorce contro”

Spalletti vs Mourinho

Volano parole grosse in un siparietto a DAZN tra Luciano Spalletti e José Mourinho in vista di Roma-Napoli.

Mourinho contro Spalletti, botta e risposta

Grande felicità per il Napoli, che ha battuto la Fiorentina ed è sulle ali dell’entusiasmo che è accaduto un battibecco tra il tecnico toscano e José Mourinho. Il portoghese infatti gli ha detto: “Ciao Lucianone! Spallettone…le vuoi vincere tutte eh? Secondo me è il caso che la prossima fuori casa la perdi…”. Il riferimento chiaramente era per la sfida tra Roma e Napoli, in programma dopo la sosta.

Perentoria la risposta di Spalletti: “Questa ti si ritorce contro…”. Ma poi ha aggiunto: “Con José ci sentiamo da anni, c’è stima personale e professionale, almeno da parte mia per quanto riguarda quest’ultimo aspetto…”.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI

Napoli Spalletti
Napoli Spalletti (Getty Images)

Napoli, le parole di Spalletti

Grande vittoria per il Napoli di Spalletti oggi, che dopo aver parlato con Mourinho ha analizzato la gara: “Non è facile quando trovi squadre che giocano così, uomo contro uomo a tutto campo serve impatto fisico, a noi non ci viene da solo, bisogna imporci certi comportamenti, poi abbiamo davanti dei calciatori veloci che diventano difficili da prendere.
Abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità, non siamo riusciti a dare una palla giocabile a Mertens o Petagna”.

“Abbiamo però fatto meglio nella seconda parte della gara. Anche Anguissa ha trovato meglio la posizione e poi abbiamo 2-3 colonne in difesa di cui ci si può fidare. Abbiamo sofferto la palla lunga su Vlahovic, ma i giocatori sono stati bravi a sbrigarsela da soli”.

“In generale siamo stati abbastanza squadra, nel salire, nel prendere campo, nello schiacciare sulla linea difensiva, potevamo fare il 3-1 in un paio di occasioni, bisogna portare qualche partita a casa veramente sofferta, l’abbiamo meritata ma risicata, la possibilità di fare meglio c’era”.

“All’inizio della stagione c’era da carburare, da far entrare in condizione i calciatori. Mertens, Demme, noi abbiamo bisogno di far rifiatare i calciatori. Secondo gol? Schema fatto dal Borussia, ci siamo detti proviamoci anche noi. Un lavoro di staff, dove ci dividiamo i compiti“.