Italia, Mancini spiazza tutti: “Immobile come Balotelli”

immobile balotelli

Le parole del ct della Nazionale italiana Roberto Mancini hanno fatto il giro d’Europa, con il paragone tra Immobile e Balotelli.

Immobile=Balotelli? La spiegazione di Mancini

L’Italia stavolta deve vincere. Nonostante il trionfo all’Europeo, gli azzurri devono già combattere le critiche di chi imputa a questa Nazionale poca prolificità nel settore avanzato. Ma il ct Roberto Mancini non ci sta e difende il presunto caprio espiatorio, Ciro Immobile: “Ho l’impressione di essere tornati a Mario Balotelli. Io non ho nulla contro Ciro, abbiamo vinto l’Europeo e lui era sempre in campo. Ha sempre segnato, magari al Mondiale ne segna 8 e lo vinciamo. Questa squadra è abbastanza sicura di sé, possiamo reggere critiche e pressione“.

Tutte le news sul calciomercato italiano e non solo: CLICCA QUI!

Mancini
Mancini

Senza dubbio Ciro Immobile è finito nell’occhio del ciclione dopo gli errori nell’ultima gara contro la Svizzera, che ha sì consegnato all’Italia il record di risultati utili in gare ufficiali (36) ma ha anche complicato il cammino verso Qatar 2022, con gli elvetici che hanno due partite in meno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Svizzera-Italia, il report del match

Italia, la conferenza di Mancini

Ma non di solo Immobile ha parlato Mancini. Spazio anche al discorso formazione, in vista della gara di domani contro la Lituania. “Sensi è ok“, ha affermato il mister, “ha avuto un problema qualche giorno fa che ci ha fatto credere che non ce la facesse ma adesso sta bene. Bernardeschi? Potrebbe giocare, è un giocatore che ha molte energie. Ai ragazzi dico di stare sereni, ha vinto l’Europeo, a volte semplicemente il pallone non entra. Ma in questo caso dobbiamo essere bravi e stare concentrati, noi, come Ciro, come tutti“.

Immobile Belotti
Immobile Belotti (Getty Images)

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Stop in Nazionale, parla Mancini

I conti di Mancini: “Ci qualifichiamo se…”

Con i gol di Immobile sarebbe tutto più facile, ma Mancini adesso qualche conto deve farlo: “Pensiamo a vincere e così già recuperiamo punti. Poi potrebbe essere importante la differenza reti e quindi sarà fondamentale fare gol. Ma dobbiamo sapere che vincendo le prossime 3 partite siamo qualificati. Domani non sarà facile, si difenderanno e hanno grande fisicità“.