Calciomercato Fiorentina, Barone annuncia il nome del prossimo tecnico

Ribery Barone
Franck Ribery e Joe Barone (www.gettyimages.it)

Poco prima dell’inizio della partita tra i viola e la Juventus, è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’ l’amministratore delegato della Fiorentina, Joe Barone.

Barone Fiorentina
Joe Barone (www.gettyimages.it)

Le parole di Barone prima di Fiorentina-Juventus

Queste le parole, raccolte dalla nostra redazione, di Joe Barone che ha parlato di calciomercato e non solo: “Vittoria dell’andata? Pensiamo alla partita di oggi. E’ un match molto sentito qui a Firenze e specialmente per i tifosi. La squadra vuole fare una bella figura ed è definita “operaia”. Difende abbastanza bene e speriamo in una grande partita. Ci manca il tifo, è una partita molto sentita per il calcio. La parola “calcio” è molto importante e non ha bisogno di essere venduto.

Superlega? C’era gente che lavorava di nascosta, ma è stata una sorpresa per tutti e non solo la Fiorentina. Noi, con Commisso, abbiamo preso posizione. Quale? Ci vuole un scritto e definito dalla tre squadre di non fare una cosa del genere. Ognuno deve crescere nella propria Lega ed è molto importante questo. I temi sono separati, in Lega sono totalmente differenti. Non abbiamo giornali dove possiamo fare battute. Abbiamo preso posizione con sette squadre, Commisso è contro i fondi.

Vogliamo un cambiamento non solo nel calcio europeo ma in quello italiano. Una riforma nei campionati domestici, bisogna parlare dei procuratori, bisogna parlare del Salary Cap perché ne abbiamo bisogno. Queste tre squadre sono indebitate per via degli alti ingaggi. Ci vuole un “reset” totale e la Fiorentina è d’accordo su questo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fiorentina-Juventus 0-0: il risultato live in diretta e gli highlights

Scudetto? Pensiamo alla partita di oggi, il campo è perfetto. I tifosi sono pronti per guardare questa partita. L’allenatore di oggi è Beppe Iachini, il prossimo anno vediamo.

Rinnovo Vlahovic? Siamo molto attivi con tutti i giocatori, è il nostro lavoro. Stiamo lavorando per il futuro, ma la cosa importante è la partita di oggi. Poi penseremo alla prossima. Se rimarrà? Dusan ha un contratto e vanno rispettati. Poi ci lavoreremo, quando avremo delle novità sarete i primi ad essere aggiornati”.