Serie A, i risultati e gli highlights 31a giornata: la Dea condanna la Juve, Roma ko col Toro

Atalanta-Juventus
Atalanta-Juventus

Serie A, risultati e highlights 31a giornata. Ad aprire la giornata è lo scontro salvezza tra il Crotone e l’Udinese. Non solo: anche Sampdoria ed Hellas Verona scendono in campo alle ore 15, in attesa del match delle 18 Sassuolo-Fiorentina e stasera alle 20:45 Parma-Cagliari. Domani il resto delle partite.

Serie A, i risultati e gli highlights della 31a giornata

Serie A, risultati e highlights dei match. Sabato 17 aprile, alle ore 15, è il turno di Crotone-Udinese e Sampdoria-Hellas Verona.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, Crotone-Udinese e Sampdoria-Verona: le formazioni ufficiali

Crotone-Udinese 1-2

De Paul
Rodrigo De Paul (www.gettyimages.it)

Match importantissimo per i calabresi di Serse Cosmi alla ricerca di punti importanti per rimanere nella massima serie. I pitagorici se la vedono con i friulani di Luca Gotti che trova la rete del vantaggio a cinque minuti dal termine con il capitano De Paul. Il pareggio dei padroni di casa arriva al minuto 68′ con Simy su calcio di rigore (fallo di mano di Molina in area di rigore). Udinese che non ci sta e trova la rete del nuovo vantaggio ancora con De Paul che supera i difensori pitagorici non particolarmente attenti.

Sampdoria-Hellas Verona 3-1

Lazovic Dimarco Verona
Dark Lazovic e Federico Dimarco (www.gettyimages.it)

Hellas che trova subito la rete dopo neanche dieci minuti di gioco con una splendida punizione realizzata da Lazovic. Nel secondo tempo la musica cambia e i blucerchiati rimediano il pari con Jankto. Al 74′ c’è un calcio di rigore per i padroni di casa: dal dischetto si presenta Gabbiadini (Quagliarella in panchina) che spiazza Silvestri per il gol del 2-1. Chiude la contesa Thorsby, che approfitta di un’uscita malandata del portiere scaligero.

Sassuolo-Fiorentina 3-1

Si è scatenato il Sassuolo, che trova i tre punti in rimonta. Ad aprire il match era stato infatti Jack Bonaventura che, con un missile da lunga distanza, aveva messo KO Consigli. Il punto è che poi, gli scalmanati ragazzi di De Zerbi, hanno trovato la rimonta. Prima con due rigori, in un 1-2 micidiale di Berardi dal dischetto e poi Lopez, che l’ha chiusa.

Cagliari-Parma 4-3

E’ successo di tutto alla Sardegna Arena. Il Parma va in doppio vantaggio nel primo tempo e nel finale dei primi 45 minuti accorcia la squadra di Semplici. Nella ripresa allungo ancora dei crociati con l’1-3, poi è rimonta clamorosa del Cagliari che fa 3-3 al 92esimo e trova il gol vittoria del 4-3 al 95esimo con l’ex Cerri e ora torna a sperare nella salvezza.

Milan-Genoa 2-1

Il Milan vince soffrendo contro il Genoa. A San Siro i rossoneri passano in vantaggio al quarto d’ora con Ante Rebic, molto in forma in questo periodo. Poi i rossoneri cedono il fianco agli ospiti, ancora alla ricerca della salvezza, e concedono una ghiottissima occasione a Mattia Destro che non sbaglia. Nella ripresa, la squadra di Stefano Pioli spinge sull’acceleratore per cercare la vittoria e trova il gol del vantaggio con uno sfortunatissimo autogol di Gianluca Scamacca. Continua la rincorsa Champions dei rossoneri, in attesa delle gare delicatissime tra Atalanta e Juventus e Napoli e Inter.

Milan Genoa
Milan Genoa (Getty Images)

Atalanta-Juventus 1-0

Il match combattutissimo, in cui stavano prevalendo le difese, è stato vinto dall’Atalanta. E’ il colpo di Malinovskyi, con deviazione fortuita di Alex Sandro a condannare la Juventus nei minuti finali. Una partita molto equilibrata, in cui è venuto fuori il verdetto sui tre punti. L’Atalanta stacca e vede la Champions League, la Juve teme ora il tracollo con Napoli e Roma che inseguono.

Gasperini
Gian Piero Gasperini (www.gettyimages.it)

Lazio-Benevento 5-3

Finisce con un risultato incredibile il match all’Olimpico tra i fratelli Inzaghi. Ne esce bene Simone, ma Pippo ha detto la sua fino al novantesimo. Ciro Immobile fa doppietta ma fallisce un penalty, Correa si è scatenato. Il Benevento ha provato a dire la propria, ma i tre punti vanno ai biancocelesti. La strega ora rischia con il Cagliari che, ieri, ha vinto contro il Parma.

Bologna-Spezia 4-1

Il Bologna di Sinisa Mihajlovic vince e convince contro lo Spezia di Vincenzo Italiano. I padroni di casa partono subito a mille con il gol di Riccardo Orsolini che si sblocca dal dischetto dopo 12′. Poi è il turno di Musa Barrow, protagonista anche all’andata che trova un bel gol su assist di Schouten. Lo Spezia, però, non molla e continua ad attaccare, fino a trovare il gol con Ismajli con un colpo di testa che non lascia scampo a Skorupski. Nella ripresa, però, il Bologna rientra in campo al meglio e chiude la partita con una doppietta di Svanberg in 6 minuti. Al Dall’Ara termina 4-1 e ora i felsinei puntano al 10o posto in classifica.

Torino-Roma 3-1

Borja Mayoral
Borja Mayoral (www.gettyimages.it)

Dopo neanche cinque minuti dall’inizio della gara che la squadra ospite trova subito la rete del vantaggio grazie a Borja Mayoral: l’ex Real Madrid è stato servito ottimamente dall’altro spagnolo del team, Pedro (assist di tacco). In un primo momento l’arbitro del match, Davide Massa, annulla la rete per fuorigioco: dalla sala VAR Marco Guida dà il suo ok per la rete visto che il calciatore è partito in posizione regolare. Nel secondo tempo la musica cambia: Ansaldi dalla sinistra mette al centro per Sanabria che colpisce di testa e insacca per l’1-1: colpevole Mirante non impeccabile nell’uscita. Al 70′ i padroni di casa passano in vantaggio con Zaza: Mandragora pesca alla grande Belotti che non ci pensa su due volte e calcia in porta ma Mirante respinge, sul pallone si presenta l’ex Juventus e Valencia che non perdona e insacca per la rete del 2-1. A chiudere il match è Rincon: il venezuelano mette dentro su assist di Belotti (in precedenza errore grossolano di Fazio che perde il pallone). 3-1 per il Torino che sale a quota 30 punti in classifica.