Cagliari, Semplici: “Classifica? E’ difficile, ma tutto dipenderà da noi”

Semplici Cagliari
Leonardo Semplici (Getty Images)

Subito dopo la sconfitta della sua squadra contro lo Spezia è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’ l’allenatore del Cagliari, Leonardo Semplici. I sardi avevano trovato anche la rete del pareggio al minuto 94′, ma è stata annullata dalla sala VAR per posizione di fuorigioco di Giovanni Simeone.

Leonardo Semplici (www.gettyimages.it)

Le parole di Semplici dopo Spezia-Cagliari

Queste le parole raccolte dalla nostra redazione del manager del Cagliari, Leonardo Semplici, dopo la sconfitta contro lo Spezia di Italiano: “La partita nel primo tempo l’abbiamo fatta bene e pensavamo di poter far male allo Spezia. Ci siamo complicati il nostro percorso dopo il loro secondo gol”.

“Dopo il primo gol potevamo rimettere la partita in corsa, poi è arrivato il secondo. Non ci siamo arresi fino all’ultimo che non ho rivisto ma la squadra ha dato tutto e ha fatto un certo tipo di gara. Non puoi commettere certi errori che possono condizionare il nostro percorso”.

“In fase offensiva meno efficaci? Sapevamo che loro erano una squadra che pressa alto. E’ stato bravissimo il loro portiere. Ai punti avremmo vinto noi, ma i punti non contano. Non meritavamo di perdere, ora bisogna andare avanti. Non erano i sette punti in una settimana che ci avevano fatto guarire. Dobbiamo continuare a crescere e fare tanti punti per provare a raggiungere il nostro obiettivo”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spezia-Cagliari: risultato live, diretta e formazioni ufficiali

“Con i cambi l’inerzia della gara è cambiata. Con Cerri e Simeone ci siamo resi pericolosi ma non sufficientemente. Potevamo pareggiarla prima, ma i “se” e i “ma” non contano niente. Dobbiamo alternare con certe caratteristiche le azioni da terra e in area. Non meritavamo di essere sconfitti, all’ultimo secondo c’è stata la beffa e purtroppo ci è andata male”. 

“Quanto pesa la classifica? La difficoltà anche con la Juve abbiamo fatto la partita, eravamo in pericolo quando avevamo la palla. E’ un fatto mentale. La squadra è tornata a proporre, ma in fase difensiva qualche errore è stato commesso. Bisogna stare più attenti e sperare di portare a casa i risultati. La classifica è difficile ma dipendiamo da noi, sta a noi fare dei tipi di prestazione per fare risultato”. 

“Viviamo partita dopo partita. La corsa la faccio sulla mia squadra non la faccio contro nessuno. Abbiamo qualità, giocatori con dei valori. Bisogna tirarli fuori”.