Lazio, Inzaghi: “Ci siamo innervositi per il rigore, dico una cosa”

inzaghi

Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, ha parlato a Sky Sport dopo la gara contro l’Inter.

Intervista a Simone Inzaghi dopo Inter-Lazio

Sconfitta? E’ pesante e c’è rammarico, potevamo ottenere di più. Sapevamo che l’Inter avrebbe potuto fare questa partita, abbiamo tenuto bene il campo ma poi si guarda il risultato e perdiamo 2-1, ci siamo innervositi troppi, può capitare il rigore. Loro sono stati bravi a difendersi, poi ho provato a mettere fisicità, ma facevamo fatica a trovare spazi. Una volta riaperta non dovevamo prendere quel gol. E’ stata una buona gara ma potevamo ottenere di più. 

Cambi? Avevano fatto una buona gara ma c’erano ammoniti e non volevo rimanere in dieci. Leiva aveva bisogno di un cambio, hanno fatto la loro gara. 

Lukaku sapevamo che ha fisico, l’avevamo provato con Acerbi in quella posizione, poi l’indisponibilità di Radu ci ha fatto cambiare i piani. Volevo un mancino”

Inzaghi a Sky Sport nel post-partita

 

“Caicedo? Non potevamo rinunciare a giocare, non era il nostro piano partita. Non potevamo far giocare Radu e abbiamo cambiato. Tutti concedono ad un calciatore così forte, hanno avuto forza per abbassarsi e abbassarsi, bisogna fare i complimenti. Noi venivamo da un filotto grandissimo e c’è rammarico, i ragazzi sono delusi. Quel rigore puoi darlo. I ragazzi sono amareggiati perchè l’arbitro andava deciso sul dischetto, è stato troppo deciso ad indirizzare la partita, poi se lo rivedi il tocco c’è e si può dare. C’è stato un consulto, i ragazzi non lo hanno accettato, io ho spiegato che puoi darlo. Volevo perdere con il gol in ripartenza ma non con quel rigore.

Volevo tenere Lukaku e Lautaro più lontani dalla porta perchè sono pericolosi, con il Milan abbiamo perso una gara che se giochiamo altre 5 volte non la perdiamo. Dal rigore non abbiamo giocato con la solita licidità. Dovevamo avere pazienza. Ho visto che non trovavamo spazio ed ho messo due punte fisiche per giocare meno e andare con i cross”. inzaghi