Sassuolo, De Zerbi: “Volevo vincerla, Locatelli via senza Europa”

Roberto De Zerbi
Roberto De Zerbi (www.gettyimages.it)

Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a Sky Sport dopo la gara contro la Juve:

Ultime Sassuolo, l’intervista a De Zerbi

De Zerbi e la sua intervista post partita dopo Juventus-Sassuolo:

“Non ho rivisto il gol, la faccia era quella che avete visto. Perchè non ci deve basare la prestazione. Poi mi arrabbio, in quelle situazioni abbiamo cambiato qualcosa e marchiamo a zona e prendiamo la posizione sul palo. Se l’avesse presa l’avrebbe intercettato. Era stanco Chiriches, aveva fatto un allungo in avanti. La scuola di Sarri è stata ottima ed in queste situazioni è un professore”.

Roberto De Zerbi
Roberto De Zerbi (www.gettyimages.it)

Juventus-Sassuolo: le parole di De Zerbi dopo la gara

De Zerbi e la sua intervista post partita dopo Juventus-Sassuolo:

“Prestazioni? Io ad un certo punto del secondo tempo potevamo vincere la partita e potevamo farlo. Vedevo i presupposto, c’è stata una fase dove potevamo essere più cattivi per trovare la porta. Se tieni la partita così poi la Juve ti punisce. Ho messo giovani perchè sapevo che potevano far bene. Ho calciatori di qualità che possono fare un grande carriera”.

Notizie Sassuolo: De Zerbi nel post partita

De Zerbi e la sua intervista post partita dopo Juventus-Sassuolo:

“Classifica? Questo è un campionato equilibrato dalla prima all’ultima, puoi perdere con tutti senza che il campo dica altro. Davanti quella che covince di più è il Milan, nella testa. A me piace anche la Juve che ha fatto grande calcio in alcune partite. Non è facile partire senza ritiro e dare identità. Siamo ancora agli inizi. E’ passato un terzo di campionato ma alcuni valori non sono ancora venuti fuori.

Futuro? Non è che chiudiamo un ciclo con me, la società non so, non parlavo di me ma nell’organico dove ci sono calciatori di qualità che se no nfanno risultato possono andare via. Dobbiamo fare un risultato strepitoso perchè ambiscono a giocare coppe eurpee. Boga, Berardi, Locatelli, devono giocare in Europa. Si potrebbe ripartire e ricostruire. Oggi siamo avvantaggiati da quello che è stato il lavoro tra questi anni.

Nuovo ciclo al Sassuolo? A me piacerebbe divertirmi come sto facnedo, non ho l’ansia di dover andar via a tutti i costi. Io voglio fare quello che mi rende felice anche qua, dall’altra parte sono anche ambizioso”.